Home arrow LAVORO arrow In flash arrow Il diritto dell'amministratore al compenso non richiede la q...
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Lavoro, In flash Stampa E-mail

IL DIRITTO DELL'AMMINISTRATORE AL COMPENSO NON RICHIEDE LA QUALITA' DI SOCIO - Art. 2389 cod. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 15382 del 21 giugno 2017, Pres. Bronzini, Rel. Negri Della Torre).

L'Amministratore di una società, con l'accettazione della carica, acquisisce il diritto di essere compensato per l'attività svolta in esecuzione dell'incarico affidatogli. Tale diritto, peraltro è disponibile e può anche essere derogato da una clausola dello Statuto della società, che condizioni lo stesso al conseguimento di utili ovvero sancisca la gratuità dell'incarico. Formando il compenso ex art. 2389 c.c. oggetto di un diritto avente natura disponibile, resta indifferente la circostanza che l'amministratore non rivesta la qualità di socio.

 


Visite: 460 | Preferiti (0)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca