Home arrow LAVORO arrow In flash arrow L'uso aziendale ha l'efficacia di una fonte sociale
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Lavoro, In flash Stampa E-mail

L'USO AZIENDALE HA L'EFFICACIA DI UNA FONTE SOCIALE - Come il contratto collettivo (Cassazione Sezione Lavoro n. 23351 del 16 novembre 2016, Pres. Amoroso, Rel. Spena).

L'uso aziendale appartiene al novero delle cosiddette fonti sociali - (tra le quali vanno considerati sia i contratti collettivi sia il regolamento d'azienda) - definite tali perché, pur non costituendo espressione di funzione pubblica neppure realizzano meri interessi individuali, in quanto dirette a conseguire un'uniforme disciplina dei rapporti con riferimento alla collettività impersonale dei lavoratori di un'azienda. L'uso aziendale pertanto agisce sul piano dei singoli rapporti individuali allo stesso modo e con la stessa efficacia di un contratto collettivo aziendale; ne consegue che ove la modifica "in melius" del trattamento dovuto ai lavoratori trovi origine nell'uso aziendale, ad essa non si applica né l'art. 1340 cod. civ.- (che postula la volontà, tacita, delle parti di inserire l'uso nel contratto) - né, in generale, la disciplina civilistica sui contratti - (con esclusione, quindi, di un'indagine sulla volontà del datore di lavoro e dei sindacati) - né, comunque, l'art. 2077 c.c., comma 2, con la conseguente legittimazione delle fonti collettive, nazionali e aziendali, a disporre una modifica "in peius" del trattamento in tal modo attribuito (Cass. 8342 dell'8.4.2010).


Visite: 943 | Preferiti (0)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca