Home arrow LAVORO arrow In flash arrow Lealta' e buona fede del medico in rapporto di lavoro pubbli...
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Lavoro, In flash Stampa E-mail

LEALTA' E BUONA FEDE DEL MEDICO IN RAPPORTO DI LAVORO PUBBLICO CONTRATTUALIZZATO - Non esclusivo (Cassazione Sezione Lavoro n. 19933 del 5 ottobre 2016, Pres. Macioce, Rel. Tricomi).

Il medico dirigente per convenzione, in rapporto di lavoro pubblico contrattualizzato non esclusivo, che durante il periodo di assenza per malattia presti attività libero-professionale presso una casa di cura privata, sia pure per un breve arco temporale e in misura limitata (poche prestazioni), senza avere offerto la prestazione lavorativa all'Amministrazione datrice di lavoro, viene meno ai canoni della reciproca lealtà e della buona fede che nel rapporto di lavoro devono connotare le reciproche obbligazioni delle parti, anche al fine del buon andamento dell'Amministrazione. Tale condotta è di per sé suscettibile di rilievo disciplinare.


Visite: 1057 | Preferiti (0)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca