Home arrow Giudici, avvocati e processi arrow La sentenza penale di assoluzione derivante da dubbio non ha...
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Giudici avvocati e processi Stampa E-mail

LA SENTENZA PENALE DI ASSOLUZIONE DERIVANTE DA DUBBIO NON HA EFFETTO VINCOLANTE NEL GIUDIZIO CIVILE - Artt. 652, 654 cod. proc. pen. (Cassazione Sezione Lavoro n. 7686 del 18 aprile 2016, Pres. Macioce, Rel. Balestrieri).

Seppure è vero che in tema di rapporto tra giudizio penale e giudizio civile - come disciplinato dal vigente codice di procedura penale del 1988 (ai sensi degli artt. 652 e 654), a differenza di quello previgente (art. 25) - l'azione civile per danni o il licenziamento per gli identici fatti oggetto di indagine in sede penale, sono preclusi dal giudicato penale, laddove si controverta intorno ad un diritto il cui riconoscimento dipende dai medesimi fatti accertati in sede penale, ciò tuttavia vale alla condizione che in  tale sede vi sia stato un effettivo e specifico accertamento circa l'insussistenza o del fatto o della partecipazione dell'imputato.

La Suprema Corte ha infatti sul punto costantemente affermato che ai sensi dell'art. 652 (nell'ambito del giudizio civile di danni) e dell'art. 654 (nell'ambito di altri giudizi civili) cod. proc. pen., il giudicato di assoluzione ha effetto preclusivo nel giudizio civile solo ove contenga un effettivo e specifico accertamento circa l'insussistenza o del fatto o della partecipazione dell'imputato e non anche nell'ipotesi in cui l'assoluzione sia determinata dall'accertamento dell'insussistenza di sufficienti elementi di prova circa la commissione del fatto o l'attribuibilità di esso all'imputato e cioè quando l'assoluzione sia stata pronunziata a norma dell'art. 530, comma secondo, cod. proc. pen., come nel caso oggi in esame, essendo in tale ipotesi necessario procedere ad un autonomo accertamento dei fatti. Anche in caso di intervenuta costituzione di parte civile, l'efficacia vincolante della sentenza penale nel processo civile riguarda esclusivamente l'accertamento (positivo o negativo) in ordine ai fatti oggetto di quel giudizio, con la conseguenza che, una volta che il suddetto accertamento non si sia reso possibile per insufficienza probatoria, la sentenza penale di assoluzione derivante da dubbio sulla sussistenza di uno degli elementi (materiale o psicologico) integratori del fatto, non è vincolante.


Visite: 7113 | Preferiti (0)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca