Home arrow LAVORO arrow In flash arrow Caratteristiche, durata, quantita', conoscibilita', frustraz...
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Lavoro, In flash Stampa E-mail

CARATTERISTICHE, DURATA, QUANTITA', CONOSCIBILITA', FRUSTRAZIONE DI RAGIONEVOLI ASPETTATIVE DI CARRIERA SONO ELEMENTI DI PRESUNZIONE IN BASE AI QUALI PUO' ESSERE ACCERTATO IL DANNO DA DEMANSIONAMENTO - Anche con il ricorso a nozioni di comune esperienze (Cassazione Sezione Lavoro n. 6110 del 19 aprile 2012, Pres. Vidiri, Rel. Meliadò).

In tema di demansionamento e di dequalificazione, se il riconoscimento del diritto del lavoratore al riconoscimento del danno non può prescindere da una specifica allegazione sulla natura e sulle caratteristiche del danno medesimo, ben può, tuttavia, la sua dimostrazione in giudizio essere fornita con tutti i mezzi offerti dall'ordinamento, assumendo, peraltro, precipuo rilievo la prova per presunzioni, per cui dalla complessiva valutazione di precisi elementi dedotti (caratteristiche, durata, gravità, conoscibilità nell'ambiente di lavoro dell'attuato demansionamento, frustrazione di ragionevoli aspettative di progressione professionale, eventuali reazioni poste in essere nei confronti del datore di lavoro comprovanti l'avvenuta lesione dell'interesse relazionale ecc.), la cui isolata considerazione si risolverebbe in una lacuna del procedimento logico, si possa, attraverso un prudente apprezzamento, coerentemente risalire all'esistenza del danno, facendosi ricorso, ai sensi dell'art. 115 cod. proc. civ., a quelle nozioni generali di comune esperienza, delle quali ci si serve nel ragionamento presuntivo e nella valutazione delle prove.


Visite: 5535 | Preferiti (4)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca