Home arrow LAVORO arrow In flash arrow Risarcimento del danno da demansionamento subito da un dipen...
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Lavoro, In flash Stampa E-mail

RISARCIMENTO DEL DANNO DA DEMANSIONAMENTO SUBITO DA UN DIPENDENTE COMUNALE - Privato di mansioni direttive (Cassazione Sezione Lavoro n. 28968 del 28 dicembre 2011, Pres. Amoroso, Rel. Balestrieri).

L'accertamento del danno patrimoniale da demansionamento subito da un dipendente comunale, privato di mansioni direttive, può essere motivato con riferimento al venir meno del potere di firma, organizzativo e decisionale, oltre alla possibilità di partecipare a corsi di qualificazione, cui è pacificamente conseguita la perdita dell'indennità di funzione oggetto di condanna. In tal caso può inoltre ritenersi sussistente il danno non patrimoniale inerente la persona del lavoratore complessivamente intesa, la cui prova, necessaria, può risultare anche da presunzioni. Nella specie la corte territoriale ha correttamente valutato la lunga dequalificazione (circa sei anni), la perdita della responsabilità di un settore, l'assegnazione di compiti anche meramente esecutivi e persino manuali.


Visite: 6368 | Preferiti (3)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca