Home arrow LAVORO arrow In flash arrow L'atto di dimissioni può contenere una condizione sospensiva
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Lavoro, In flash Stampa E-mail

L'ATTO DI DIMISSIONI PUO' CONTENERE UNA CONDIZIONE SOSPENSIVA - In base al principio generale di libertà negoziale (Cassazione Sezione Lavoro n. 25138 del 13 dicembre 2010, Pres. Roselli, Rel. Zappia).

 

L'atto di dimissioni realizza il diritto potestativo di recesso del lavoratore, idoneo a determinare la risoluzione del rapporto di lavoro indipendentemente dalla volontà del datore di lavoro. Questo atto non sopporta una condizione risolutiva, che inammissibilmente porrebbe nel nulla un effetto risolutivo già avvenuto (Cass. n. 13523/2001), ma ben può contenere una condizione sospensiva permessa dal principio generale di libertà negoziale.


Visite: 5793 | Preferiti (2)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca