Home arrow LAVORO arrow In flash arrow Diritto dell'invalido psichico all'indennitą di accompagname...
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Lavoro, In flash Stampa E-mail

DIRITTO DELL'INVALIDO PSICHICO ALL'INDENNITĄ DI ACCOMPAGNAMENTO - Se ha necessitą di un'assistenza continua per gli atti quotidiani della vita (Cassazione Sezione Lavoro n. 5152 del 26 maggio 1999, Pres. Sommella, Rel. Capitanio).

L'indennità di accompagnamento, ai sensi dell'art. 1 della legge n.18 del 1980 e dell’art. 1 della legge n. 508 del 1988, spetta anche a un soggetto affetto da malattia psichica, se alla totale inabilità al lavoro per effetto della malattia si aggiunge l'impossibilità di deambulare senza l'aiuto permanente di un accompagnatore, ovvero se il soggetto abbisogna di un'assistenza continua, per gli atti quotidiani della vita, non occorrendo la sussistenza di entrambe le condizioni. Anche il soggetto affetto da malattia psichica può essere incapace di provvedere alla propria persona e ai bisogni della vita quotidiana o impossibilitato a deambulare senza l'altrui aiuto.


Visite: 5165 | Preferiti (0)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca