Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Giudici avvocati e processi Stampa E-mail

NEL PROCESSO DEL LAVORO I FATTI NON SPECIFICAMENTE CONTESTATI DEVONO RITENERSI SUSSISTENTI - Senza necessità di accertamento da parte del giudice (Cassazione Sezione Lavoro n. 21106 del 2 ottobre 2009, Pres. Sciarelli, Rel. D'Agostino).

Nel rito del lavoro, la mancata specifica contestazione dei fatti costitutivi del diritto dedotti dal ricorrente, rende i fatti stessi incontroversi. Conseguentemente essi non possono essere contestati nell'ulteriore corso del giudizio, sono sottratti al controllo probatorio del giudice e devono essere ritenuti sussistenti senza necessità di un apposito accertamento.


Visite: 7260 | Preferiti (28)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca