Home arrow Attualità, opinioni e commenti arrow Il disegno di legge 1441 quater, approvato dalla Camera, è p...
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Attualità, opinioni e commenti Stampa E-mail

IL DISEGNO DI LEGGE 1441 QUATER, APPROVATO DALLA CAMERA, E' PASSATO AL SENATO CON POCHE VARIAZIONI - Immutato il suo carico di meccanismi diretti a condizionare la giustizia del lavoro.

Roma, 4 novembre 2008 - Il disegno di legge n. 1441 quater è stato approvato dalla Camera ed è passato al Senato, mantenendo sostanzialmente integro il suo carico di meccanismi diretti in qualche misura a soppiantare ovvero a condizionare la giustizia del lavoro.

E' stato bensì eliminato il paragrafo 6 dell'originario disegno di legge: "i contratti collettivi nazionali di lavoro possono prevedere clausole compromissorie che comportino la devoluzione della controversia al collegio arbitrale anche sulla base di forme di adesione tacita dei soggetti interessati alla procedura arbitrale". La previsione di "adesione tacita" è evidentemente apparsa eccessiva. Ma è rimasta la possibilità che la clausola di compromesso per arbitri sia inserita nei contratti "certificati", ai quali il lavoratore può essere indotto ad aderire per ottenere l'assunzione. In materia di organi abilitati alla certificazione è stata introdotta (art. 65 comma 5) la previsione di intese tra il Ministero del lavoro e l'Ordine nazionale dei consulenti del lavoro "con l'attribuzione a quest'ultimo delle funzioni di coordinamento e vigilanza per gli aspetti organizzativi". Quella dei consulenti del lavoro è una benemerita categoria, che tuttavia normalmente assiste le imprese e non i lavoratori. (D. d'A.)


Visite: 6902 | Commenti (1) | Preferiti (3)


I commenti degli utenti:  

Scritto da: giovanni campus il 04-11-2008 18:26

Scritto da: giovanni campus il 04-11-2008 18:26

Ritengo vergognoso l'impianto normativo predisposto dal Governo tendente a limitare il diritto della difesa della parte debole del rapporto. Mi sarei aspettato un maggior intervento delle forze sindacali e politiche a tutela del lavoratore dipendente. Credo che ciò acuirà la conflittualità fuori dalle aule giudiziarie.  
L'intervento teso a deflazionare le cause togliendo potere all'organo giudiziario spingerà i lavoratori ad altre azioni di cui purtroppo abbiamo avuto nel passato esempio. La fisiologica conflittualità nei rapporti di lavoro va gestita non ignorata.

 

» Segnala questo commento alla redazione

» Rispondi a questo commento

Visualizzati 1 di 1 commenti



Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti registrati possono commentare un'articolo.
 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca