Home arrow LAVORO arrow Fatto e diritto arrow Il quesito referendario sull'estensione della "tutela reale"...
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Lavoro, Fatto e diritto Stampa E-mail

IL QUESITO REFERENDARIO SULL'ESTENSIONE DELLA "TUTELA REALE" CONTRO I LICENZIAMENTI PROPONE AL CORPO ELETTORALE UN'ALTERNATIVA CHIARA E NETTA - Il significato è univoco (Corte Costituzionale n. 41 del 6 febbraio 2003, Pres. Chieppa, Red. Zagrebelsky).

E' stata depositata la motivazione della sentenza della Corte Costituzionale  n. 41 del 2003 con la quale è stata dichiarata ammissibile la richiesta di referendum popolare per l'estensione a tutti i lavoratori, indipendentemente dalle dimensioni delle aziende ove sono occupati, della tutela "reale" contro i licenziamenti (mediante reintegrazione e risarcimento del danno) prevista dall'art. 18 St. Lav. Il quesito referendario - ha affermato la Corte - si presenta chiaro ed univoco nella sua struttura e nei suoi effetti; esso propone al corpo elettorale un'alternativa netta fra il mantenimento dell'attuale sistema e l'estensione della tutela prevista dall'art. 18 St. Lav.

Pubblichiamo il testo integrale della decisione nella Sezione Documenti.


Visite: 3602 | Preferiti (0)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca