Home arrow INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Informazione e comunicazione:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE

LE DELEGHE AL GOVERNO PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI LAVORO - Assunzioni, licenziamenti, mansioni.


 
LE TRASMISSIONI TELEVISIVE DI INFORMAZIONE SONO SOGGETTE AI PRINCIPI DI CORRETTEZZA E COMPLETEZZA - Imparzialità e pluralismo (Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, Sezione Terza, sentenza n. 6066 del 10 dicembre 2014, Pres. Lignani, Est. Ungari).


 
IL GIORNALISTA INTERVISTATORE NON PUO' ESSERE PUNITO PER DIFFAMAZIONE SE RIPORTA CORRETTAMENTE LE AFFERMAZIONI DELL'INTERVISTATO - Su temi di interesse generale (Cassazione Sezione Lavoro n. 23168 del 31 ottobre 2014, Pres. Amatucci, Rel. Sestini).


 
NELLA CAUSA CIVILE PER RISARCIMENTO DEL DANNO DA DIFFAMAZIONE E' COMPETENTE IL GIUDICE DEL LUOGO DOVE RISIEDE IL DIFFAMATO - Soggetto più debole (Cassazione Sezione Lavoro n. 21424 del 10 ottobre 2014, Pres. Amatucci, Rel. Sestini).


 
IL CONTENUTO DELLE INTERCETTAZIONI PUO' ESSERE PUBBLICATO SE E' FUNZIONALE ALL'INFORMAZIONE SUL PROCESSO PENALE - Anche se concerne terzi estranei al giudizio (Cassazione Sezione Terza Civile n. 21404 del 10 ottobre 2014, Pres. Amatucci, Rel. Frasca).


 
DIRITTO DI CRONACA - (Cassazione Sezione Terza Civile n. 19746 del 19 settembre 2014, Pres. Salmè, Rel. Vivaldi).


 
LE REGOLE SULLA RESPONSABILITA' DEL GIORNALISTA PER AVER RIPORTATO AFFERMAZIONI DI ALTRI - Interesse pubblico e terzietà (Cassazione Sezione Terza Civile n. 19152 dell'11 settembre 2014, Pres. Amatucci, Rel. Rossetti).


 
CRITICA DELL'OPERA INTELLETTUALE - (Cassazione Sezione Terza Civile n. 19178 dell'11 settembre 2014, Pres. Amatucci, Rel. Spirito).


 
LIMITI ALLA PUBBLICAZIONE DELLE FOTO DI PERSONE IN STATO DI DETENZIONE - Previsti dal codice deontologico dei giornalisti (Cassazione Sezione Terza Civile n .12834 del 6 giugno 2014, Pres. Amatucci, Rel. Rubino).


 
LA PUBBLICAZIONE DI INFORMAZIONI DIFFAMATORIE CONTENUTE IN UNA DENUNCIA ANONIMA PERVENUTA ALL'AUTORITA' GIUDIZIARIA E' LECITA SOLO SE IL GIORNALISTA PROVA LA VERIDICITA' DELLE NOTIZIE - Limiti al diritto di cronaca (Cassazione Sezione Lavoro n. 12056 del 29 maggio 2014, Pres. Amatucci, Rel. Cirillo).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Pross. > Fine >>

Risultati 31 - 40 di 62

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca