Home arrow GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Giudici avvocati e processi:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI

LA REVOCA ILLEGITTIMA DI UN INCARICO DIRIGENZIALE PUBBLICO PRODUCE DANNO NON PATRIMONIALE RISARCIBILE - Da determinarsi in ragione della durata e gravità dell'attuato demansionamento e della frustrazione di ragionevoli aspettative (Cassazione Sezione Lavoro n. 56 dell'8 gennaio 2015, Pres. Macioce, Est. D'Antonio).


 
E' INAMMISSIBILE L'ATTO DI APPELLO CHE SI LIMITI AD ESPORRE LE TESI GIURIDICHE GIA' ILLUSTRATE IN PRIMO GRADO - Art. 342 cod. proc. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 18 del 7 gennaio 2015, Pres. Macioce, Rel. Amendola).


 
LA CASSAZIONE CONTROLLA LA COERENZA LOGICO-FORMALE E LA CORRETTEZZA GIURIDICA DELLA SENTENZA IMPUGNATA - Spetta al giudice del merito la scelta delle risultanze probatorie (Cassazione Sezione Lavoro n. 27238 del 22 dicembre 2014, Pres. Macioce, Rel. Amendola).


 
ANCHE IN GRADO DI RINVIO, IL GIUDICE PUO' ESERCITARE I SUOI POTERI ISTRUTTORI UFFICIOSI - Disponendo una consulenza tecnica (Cassazione Sezioe Lavoro n. 26730 del 18 dicembre 2014, Pres. Vidiri, Rel. Ghinoy).


 
L'AZIONE DI RESPONSABILITA' PROPOSTA DAL PROCURATORE CONTABILE NON SI IDENTIFICA CON QUELLA CHE UN'AMMINISTRAZIONE PUO' AUTONOMAMENTE PROMUOVERE - Nei confronti di propri dipendenti (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 26659 del 18 dicembre 2014, Pres. Rovelli, Rel. Ambrosio).


 
LE CONTROVERSIE DI LAVORO DEI DIPENDENTI DELLE AMMINISTRAZIONI PROVINCIALI DEVONO ESSERE DECISE DAL GIUDICE ORDINARIO - Che potrà disapplicare atti amministrativi illegittimi (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 26660 del 18 dicembre 2014, Pres. Rovelli, Rel. Curzio).


 
NEL PROCESSO DEL LAVORO IL DIVIETO DI "NOVA" IN APPELLO E' ESTESO ALLE CONTESTAZIONI NUOVE - In conformità con l'art. 416 c.p.c. (Cassazione Sezione Lavoro n. 26308 del 15 dicembre 2014, Pres. Vidiri, Rel. Patti).


 
IL RIGETTO DA PARTE DEL GIUDICE DEL MERITO DELL'ISTANZA DI ESIBIZIONE DI DOCUMENTI E' CENSURABILE IN CASSAZIONE - Per omessa motivazione (Cassazione Sezione Lavoro n. 26234 del 12 dicembre 2014, Pres. Roselli, Rel. Doronzo).


 
LE DICHIARAZIONI SCRITTE RILASCIATE ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DA COLLEGHI DEL DIPENDENTE LICENZIATO NON POSSONO ESSERE UTILIZZATE COME PROVA DELLA SUA RESPONSABILITA' - Se non vengono confermate davanti al giudice (Cassazione Sezione Lavoro n. 26113 dell'11 dicembre 2014, Pres. Stile, Rel. De Renzis).


 
AL DIRITTO DI DIFESA DEVE RICONOSCERSI PREVALENZA RISPETTO ALLE EVENTUALI ESIGENZE DI RISERVATEZZA DEL DATORE DI LAVORO - Consentita la produzione di documenti aziendali in giudizio (Cassazione Sezione Lavoro n. 25682 del 4 dicembre 2014, Pres. Roselli, Rel. Manna).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 81 - 90 di 209

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca