Home arrow LAVORO
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Lavoro:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
Lavoro



L'AMMINISTRATORE UNICO DI UNA SOCIETA' IN ACCOMANDITA SEMPLICE NON PUO' ESSERNE CONTEMPORANEAMENTE DIPENDENTE - Necessaria la distinzione fra i soggetti (Cassazione Sezione Lavoro n. 7312 del 22 marzo 2013, Pres. Miani Canevari, Rel. Blasutto).


 
IL DIPENDENTE PUO' CRITICARE PUBBLICAMENTE IL DATORE DI LAVORO, MA DEVE RISPETTARE I LIMITI DI CONTINENZA - Formale e sostanziale (Cassazione Sezione Lavoro n. 7499 del 20 marzo 2013, Pres. Roselli, Rel. D'Antonio).


 
IN CASO DI RIDUZIONE DEL PERSONALE L'IMPRENDITORE NON DEVE LIMITARSI A MERE CONSULTAZIONI, MA E' TENUTO A SVOLGERE UNA VERA E PROPRIA TRATTATIVA CON I SINDACATI - In base alla legge n. 223/91 (Cassazione Sezione Lavoro n. 6959 del 20 marzo 2013, Pres. Lamorgese, Rel. Marotta).


 
IN CASO DI CONTRATTI A TERMINE PER RAGIONI SOSTITUTIVE, E' CONSENTITO, PER L'UTILIZZAZIONE DELL'ASSUNTO, LO SCORRIMENTO A CATENA - Nell'esercizio del potere autorganizzatorio (Cassazione Sezione Lavoro n. 6787 del 19 marzo 2013, Pres. Miani Canevari, Rel. Blasutto).


 
NEL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE L'INCOLPATO HA DIRITTO DI PRENDERE VISIONE DELLA DOCUMENTAZIONE SU CUI SI FONDA L'ADDEBITO - Se ciò sia necessario per un'adeguata difesa (Cassazione Sezione Lavoro n. 6337 del 13 marzo 2013, Pres. Lamorgese, Rel. Balestrieri).


 
PUO' ESSERE DIRIGENTE ANCHE CHI NON OCCUPA UNA POSIZIONE APICALE - Purché abbia autonomia e discrezionalità nelle scelte decisionali (Cassazione Sezione Lavoro n. 6124 del 12 marzo 2013, Pres. De Renzis, Rel. Pagetta).


 
EFFETTI DELL'ESTINZIONE DELLA SOCIETA' PER CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE - Evento interruttivo del processo (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 6070 del 12 marzo 2013, Pres. Preden, Rel. Rordorf).


 
IL PUBBLICO DIPENDENTE ADIBITO ABITUALMENTE A INCARICHI DI REGGENZA DI LUNGA DURATA HA DIRITTO ALLE DIFFERENZE DI RETRIBUZIONE PER LE MANSIONI SUPERIORI SVOLTE - In base all'art. 36 Cost. Rep. (Cassazione Sezione Lavoro n. 5550 del 6 marzo 2013, Pres. Lamorgese, Rel. Venuti).


 
IL PASSAGGIO A VIE DI FATTO FRA DUE DIPENDENTI IN AZIENDA NON E' DI PER SE' SUFFICIENTE A LEGITTIMARE IL LICENZIAMENTO - Anche se la sanzione è prevista dal contratto collettivo (Cassazione Sezione Lavoro n. 5280 del 4 marzo 2013, Pres. Lamorgese, Rel. Tria).


 
PER OTTENERE IL RISARCIMENTO DEL DANNO DA PERDITA DI CHANCE IL LAVORATORE DEVE FORNIRE ELEMENTI DI PROVA IN ORDINE ALLA CONCRETA PROBABILITA' DI OTTENIMENTO DI UN RISULTATO - Vanificata dalla condotta del datore di lavoro (Cassazione Sezione Lavoro n. 5138 del 1 marzo 2013, Pres. Roselli, Rel. Venuti).


 
<< Inizio < Prec. 71 72 73 74 75 76 77 78 79 Pross. > Fine >>

Risultati 761 - 770 di 786

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca