Home arrow LAVORO arrow Fatto e diritto
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Fatto e diritto:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
Fatto e diritto



LICENZIAMENTO DI UN LAVORATORE MAROCCHINO RIENTRATO DALLE FERIE CON RITARDO PER ESSERE STATO TRATTENUTO DALLA POLIZIA SPAGNOLA - Questione di prova (Cassazione Sezione Lavoro n. 11920 del 9 giugno 2015, Pres. Roselli, Rel. Ghinoy).


 
APPLICAZIONE DELLE TABELLE DI MILANO PER LA DETERMINAZIONE DEL RISARCIMENTO DEL DANNO - Anche quando sia competente il Tribunale di un'altra città (Cassazione Sezione Terza Civile n. 10263 del 20 maggio 2015, Pres. Petti, Rel. Scarano).


 
LA COMPLESSITA' DELL'ORGANIZZAZIONE POSTALE NON GIUSTIFICA IL RITARDO NELLA CONTESTAZIONE DI UN ADDEBITO DISCIPLINARE - In base all'art. 7 St. Lav. (Cassazione Sezione Lavoro n. 9903 del 14 maggio 2015 Pres. Roselli, Rel. Venuti).


 
IL RINVIO DELLA COMPARIZIONE DEL LAVORATORE INCOLPATO IN SEDE DISCIPLINARE DEVE ESSERE DISPOSTO SOLO SE LA RICHIESTA RISPONDE A UN'ESIGENZA DIFENSIVA NON ALTRIMENTI TUTELABILE - In base all'art. 7 St. Lav. (Cassazione Sezione Lavoro n. 9223 del 7 maggio 2015, Pres. Stile, Rel. Napoletano).


 
COLLOCAMENTO AL LAVORO DEI CENTRALINISTI NON VEDENTI - In seguito a segnalazione della Telecom sull'installazione di un centralino (Cassazione Sezione Lavoro n. 9215 del 7 maggio 2015, Pres. Stile, Rel. Venuti).


 
LEGITTIMO IL LICENZIAMENTO DEL LAVORATORE CHE ABBIA OTTENUTO UN PERMESSO PER ASSISTERE LA MADRE GRAVEMENTE DISABILE E LO ABBIA INVECE UTILIZZATO PER PARTECIPARE A UNA SERATA DANZANTE - Disvalore sociale della condotta (Cassazione Sezione Lavoro n. 8784 del 30 aprile 2015, Pres. Vidiri, Rel. Napoletano).


 
IL LAVORO DEL PIZZAIOLO E' NECESSARIAMENTE SUBORDINATO - Anche se svolto per breve tempo (Cassazione Sezione Lavoro n. 7024 dell'8 aprile 2015, Pres. Macioce, Rel. Buffa).


 
L'USO DI PAROLE SGRADEVOLI DA PARTE DEL DIPENDENTE PUO' NON ESSERE SUFFICIENTE A GIUSTIFICARE IL LICENZIAMENTO - Sanzione eccessiva (Cassazione Sezione Lavoro n. 5878 del 24 marzo 2015, Pres. Lamorgese, Rel. Bandini).


 
IL TERMINE PER IMPUGNARE IL LICENZIAMENTO DAVANTI AL GIUDICE NON E' DI 330 GIORNI - In base all'art. 6 della legge n. 604 del 1966 e all'art. 32 L. n. 183 del 2010 (Cassazione Sezione Lavoro n. 5717 del 20 marzo 2015, Pres. Roselli, Rel. Maisano).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 61 - 70 di 179

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca