Home arrow INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Informazione e comunicazione:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE




Scegli il mese e l'anno per visualizzare i relativi articoli archiviati o usa il menu Archivio sulla sinistra, che mostra le annate in cui vi sono articoli archiviati in questa sezione.


LA RICOSTRUZIONE GIORNALISTICA DI UN'INDAGINE GIUDIZIARIA DEVE RISPETTARE IL REQUISITO DELLA COMPLETEZZA - Notizie monche possono assumere valenza diffamatoria (Cassazione Sezione Quinta Penale n. 45051 del 24 novembre 2009, Pres. Pizzuti, Rel. Bruno).


 
L'INFORMAZIONE SU CARTA STAMPATA HA MAGGIORE INCISIVITA' DI QUELLA TELEVISIVA - Di ciò si deve tener conto nella determinazione del risarcimento per diffamazione (Cassazione Sezione Terza Civile n. 24694 del 24 novembre 2009, Pres. Marrone, Rel. Talevi).


 
IL DIRITTO DI CRITICA PUO' ESSERE ESERCITATO ANCHE UTILIZZANDO ESPRESSIONI LESIVE DELLA REPUTAZIONE ALTRUI - Purché si tratti di un dissenso ragionato e non di un'aggressione gratuita (Cassazione Sezione Terza Civile n. 22799 del 28 ottobre 2009, Pres. Senese, Rel. Vivaldi).


 
LA NOTIZIA DI UN PROVVEDIMENTO GIUDIZIARIO DEVE DAR CONTO ESATTAMENTE DELLA SUA PORTATA - Affinché si applichi l'esimente del diritto di cronaca (Cassazione Sezione Terza Civile n. 22190 del 20 ottobre 2009, Pres. Senese, Rel. Ambrosio).


 
NEL RICORSO PER CASSAZIONE IN MATERIA DI DIFFAMAZIONE A MEZZO STAMPA VA RIPRODOTTO IL TESTO DELLO SCRITTO IN QUESTIONE - In applicazione del principio di autosufficienza (Cassazione Sezione Terza Civile n. 22191 del 20 ottobre 2009, Pres. Senese, Rel. Frasca).


 
PER LE CAUSE DI RISARCIMENTO DEL DANNO DA DIFFAMAZIONE A MEZZO DELLA RADIOTELEVISIONE E DELLA STAMPA E' COMPETENTE PER TERRITORIO IL GIUDICE DEL LUOGO DOVE IL DANNEGGIATO RISIEDE O HA IL DOMICILIO - In base all'art. 20 cod. proc. civ. (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 21661 del 13 ottobre 2009, Pres. Carbone, Rel. Salmè).


 
LA DEFORMAZIONE DELLA REALTA' IN UN'OPERA ARTISTICA NON COMPORTA RESPONSABILITA' PER DIFFAMAZIONE - Se non dà luogo ad offese gratuite (Cassazione Sezione Terza Civile n. 10495 del 7 maggio 2009, Pres. Preden, Rel. Spirito).


 
IL GOVERNO NON PUO' REVOCARE UN CONSIGLIERE DI AMMINISTRAZIONE DELLA RAI SENZA UNA PREVENTIVA DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA - L'imparzialità e l'obiettività dell'informazione possono essere garantite solo dal pluralismo delle fonti (Corte Costituzionale sentenza n. 69 del 13 marzo 2009, Pres. Amirante, Red. Silvestri).


 
IL GIORNALISTA NON E' PUNIBILE SE PUBBLICA UN'INTERROGAZIONE PARLAMENTARE DI CONTENUTO DIFFAMATORIO - Purché mantenga la posizione di narratore asettico ed imparziale (Cassazione Sezione Terza Civile n. 5727 del 10 marzo 2009, Pres. Preden, Rel. D'Amico).


 
IN CASO DI DIFFAMAZIONE, L'ESISTENZA DI DANNI MORALI E D'IMMAGINE NON DEVE ESSERE PROVATA - Stante la natura dell'illecito (Cassazione Sezione Terza Civile n. 5753 del 10 marzo 2009, Pres. Petti, Rel. Lanzillo).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 31 - 40 di 175

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca