Home arrow INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Informazione e comunicazione:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE




Scegli il mese e l'anno per visualizzare i relativi articoli archiviati o usa il menu Archivio sulla sinistra, che mostra le annate in cui vi sono articoli archiviati in questa sezione.


IL POPOLO PUO' RITENERSI "SOVRANO", COME VUOLE LA COSTITUZIONE, SOLO SE VIENE PIENAMENTE INFORMATO DI TUTTI I FATTI DI INTERESSE PUBBLICO - La funzione del giornalismo di inchiesta (Cassazione Sezione Terza Civile n. 16236 del 9 luglio 2010 Pres. Morelli, Rel. Spagna Musso).


 
IL RISARCIMENTO DEL DANNO PER PUBBLICAZIONE ARBITRARIA DELLA FOTOGRAFIA DI UNA PERSONA NOTA PUO' ESSERE DETERMINATO IN MISURA PARI AL COMPENSO CHE LE SAREBBE STATO CORRISPOSTO PER L'UTILIZZAZIONE - Lesione del diritto all'immagine (Cassazione Sezione Terza Civile n. 10957 del 6 maggio 2010, Pres. Morelli, Rel. Frasca).


 
LA TUTELA DELL'ONORE E DELLA REPUTAZIONE NON PREVALE SUL DIRITTO DI CRITICA - Se esercitato come dissenso ragionato (Cassazione Sezione Terza Civile n. 8699 del 13 aprile 2010, Pres. Di Nanni, Rel. Spagna Musso).


 
L'OPERA LETTERARIA, A DIFFERENZA DELL'INFORMAZIONE GIORNALISTICA, NON DEVE ESSERE VERITIERA - In quanto artistica (Cassazione Sezione Terza Civile n. 7798 del 31 marzo 2010, Pres. Preden, Rel. Spagna Musso).


 
ANCHE I SOGGETTI "DISONORATI" HANNO DIRITTO A UN MINIMO DI RISPETTO SOCIALE - E alla tutela della loro dignità (Cassazione Sezione Terza Civile n. 7635 del 30 marzo 2010, Pres. Morelli, Rel. Uccella).


 
IL CRONISTA CHE RIFERISCE FEDELMENTE IL CONTENUTO DI UN PROVVEDIMENTO GIUDIZIARIO NON E' PUNIBILE NEL CASO CHE ESSO RISULTI INFONDATO - Egli deve attenersi agli sviluppi delle indagini (Cassazione Sezione Terza Civile n. 5657 del 9 marzo 2010, Pres. Morelli, Rel. Spagna Musso).


 
LA CRITICA NON DEVE TRASMODARE NELL'ATTACCO PERSONALE E NELLA CONTUMELIA - Anche se può essere espressa con toni pungenti e incisivi (Cassazione Sezione Terza Civile n. 4325 del 23 febbraio 2010, Pres. Di Nanni, Rel. Filadoro).


 
LA LESIONE DELLA REPUTAZIONE DA' DIRITTO AL RISARCIMENTO DEL DANNO NON PATRIMONIALE ANCHE QUANDO NON CONFIGURA IL REATO DI DIFFAMAZIONE - Poiché lede un diritto della persona costituzionalmente garantito (Cassazione Sezione Terza Civile n. 1685 del 27 gennaio 2010, Pres. Petti, Rel. Talevi).


 
ACCUSARE UN MAGISTRATO DI AVERE OPERATO CON SPIRITO NAZISTA COSTITUISCE DIFFAMAZIONE - Egli ha il dovere di rispettare i principi democratici (Cassazione Sezione Terza Civile n. 1521 del 26 gennaio 2010, Pres. Petti, Rel. Talevi).


 
L'ESERCIZIO DEL DIRITTO DI CRITICA UNITAMENTE A QUELLO DI CRONACA COMPORTA UN BILANCIAMENTO DELL'INTERESSE INDIVIDUALE ALLA REPUTAZIONE CON QUELLO ALLA LIBERA MANIFESTAZIONE DEL PENSIERO - Su fatti di interesse generale (Cassazione Sezione Terza Civile n. 690 del 19 gennaio 2010, Pres. Senese, Rel. Filadoro).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 21 - 30 di 175

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca