Home arrow GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Giudici avvocati e processi:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI




Scegli il mese e l'anno per visualizzare i relativi articoli archiviati o usa il menu Archivio sulla sinistra, che mostra le annate in cui vi sono articoli archiviati in questa sezione.


OVE UNA SENTENZA SI FONDI SU PIU' RAGIONI AUTONOMAMENTE IDONEE A SORREGGERLA, IL RICORSO PER CASSAZIONE DEVE INVESTIRLE TUTTE - Per potere essere accolto (Cassazione Sezione Lavoro n. 3126 dell'11 febbraio 2010, Pres. Roselli, Rel. Meliadò).


 
IL QUESITO DI DIRITTO FORMULATO NEL RICORSO PER CASSAZIONE DEVE PRESENTARE UNO SPECIFICO COLLEGAMENTO CON IL CASO CONCRETO - In caso di censura per violazione di legge (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 2794 del 9 febbraio 2010, Pres. Carbone, Tirelli).


 
ANCHE IN CASO DI GIUDIZIO ARBITRALE E' POSSIBILE CHIEDERE AL GIUDICE ORDINARIO L'ACCERTAMENTO TECNICO PREVENTIVO - Parzialmente incostituzionale l'art. 669 quaterdecies cod. proc. civ. (Corte Costituzionale sentenza n. 26 del 28 gennaio 2010, Pres. Amirante, Red. Criscuolo).


 
LA NOTIFICAZIONE DI UN ATTO GIUDIZIARIO A UN DESTINATARIO RISULTATO IRREPERIBILE NON SI PERFEZIONA CON LA SPEDIZIONE DELLA RACCOMANDATA CONFERMATIVA DA PARTE DELL'UFFICIALE GIUDIZIARIO - Illegittimità parziale dell'art. 140 cod. proc. civ. (Corte Costituzionale sentenza n. 3 del 14 gennaio 2010 Pres. Amirante, Red. Maddalena).


 
IL RICORSO IN CASSAZIONE PER DIFETTO DI MOTIVAZIONE DEVE CONTENERE, IN UN MOMENTO DI SINTESI, LA CHIARA INDICAZIONE DEL FATTO CONTROVERSO - In base all'art. 36 bis cod. proc. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 429 del 13 gennaio 2010, Pres. Ravagnani, Rel. D'Agostino).


 
L'OBBLIGO DI CORRETTEZZA COSTITUISCE UN AUTONOMO DOVERE GIURIDICO, ANCHE NEI RAPPORTI TRA AVVOCATI - In base all'art. 2 Cost. e alla legge professionale (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 27214 del 23 dicembre 2009, Pres. Vittoria, Rel. Finocchiaro).


 
GLI AMMINISTRATORI DELLA RAI POSSONO ESSERE CHIAMATI A RISPONDERE DI DANNO ERARIALE - Davanti alla Corte dei Conti (Corte Suprema di Cassazione Sezioni Unite Civili n. 27092 del 22 dicembre 2009, Pres. Carbone, Rel. Bucciante).


 
COSTITUISCE ILLECITO DISCIPLINARE PER IL MAGISTRATO LA SEGNALAZIONE RIVOLTA AD UN COLLEGA AL FINE DI INFLUIRE SULL'ESITO DI UN PROCESSO - Anche se motivata con la necessità di correggere un errore giudiziario (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 26826 del 21 dicembre 2009, Pres. Vittoria, Rel. Finocchiaro).


 
UN PROVVEDIMENTO DI RINVIO, EMESSO FUORI UDIENZA, E' EFFICACE SOLO SE COMUNICATO DALLA CANCELLERIA A TUTTE LE PARTI - Se ciò non avviene, resta ferma l'udienza originariamente stabilita (Cassazione Sezione Lavoro n. 26360 del 16 dicembre 2009, Pres. Roselli, Rel. Di Nubila).


 
NELLE CAUSE DI LAVORO IN GRADO DI APPELLO E' LEGITTIMA LA SOSTITUZIONE DEL GIUDICE RELATORE - Sino all'udienza di discussione (Cassazione Sezione Lavoro n. 25229 del 30 novembre 2009, Pres. Sciarelli, Rel. Zappia).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 91 - 100 di 531

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca