Home arrow GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Giudici avvocati e processi:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI




Scegli il mese e l'anno per visualizzare i relativi articoli archiviati o usa il menu Archivio sulla sinistra, che mostra le annate in cui vi sono articoli archiviati in questa sezione.


PORTATA DEL GIURAMENTO DECISORIO DEFERITO AL LEGALE RAPPRESENTANTE DI UNA PERSONA GIURIDICA - A seconda che sia "de veritate" o "de scientia" (Cassazione Sezione Lavoro n. 5789 del 10 giugno 1998, Pres. Buccarelli, Rel. Lamorgese).


 
GARANZIA DI INDIPENDENZA DEI GIUDICI NON TOGATI COMPONENTI DI SEZIONI SPECIALIZZATE DELLA MAGISTRATURA ORDINARIA - (Corte Costituzionale n. 83 del 1 aprile 1998, Pres. Granata, Red. Mirabelli).


 
IL MANDATO CONFERITO DAL CLIENTE ALL'AVVOCATO SU FOGLIO SPILLATO ALL'ATTO PUÒ ESSERE FORMULATO ANCHE IN TERMINI GENERICI - Conclusione di una tormentata vicenda di formalismo giuridico che ha avuto gravi conseguenze per la giustizia sostanziale (Corte Suprema di Cassazione, Sezioni Unite Civili n. 2642 del 10 marzo 1998, Pres. Corda, Rel. Corona).


 
L'AVVOCATO PUÒ DIFFONDERE INFORMAZIONI SULLA SUA ATTIVITÀ - Ma non può farsi pubblicità con mezzi disdicevoli (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 1988 del 24 febbraio 1998, Pres. Sgroi, Rel. Evangelista).


 
MESSAGGIO INFORMALE DEL GIP AL P.M. PER SEGNALARE LE ARGOMENTAZIONI DELLA DIFESA E SOLLECITARE "DUE RIGHE" - Può configurare un illecito disciplinare (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 360 del 16 gennaio 1998, Pres. Vessia, Rel. Genghini).


 
AVVOCATO PROSCIOLTO IN SEDE DISCIPLINARE - Non può ricorrere contro la decisione solo perché il Consiglio dell'Ordine ha respinto la sua richiesta di pubblicità del dibattimento (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 12832 del 18 dicembre 1997, Pres. Fanelli, Rel. Vella).


 
SPECIALITA' DELLA PROCURA PER IL RICORSO IN CASSAZIONE - (Cassazione Sezione Lavoro n. 12549 dell'11 dicembre 1997).


 
ADDETTO ALL'UFFICIO LEGALE DI UNA COOPERATIVA IMPIEGATO IN CONDIZIONI DI SUBORDINAZIONE - Non può essere iscritto all'albo degli avvocati(Cassazione Sezioni Unite Civili n. 11151 del 12 novembre 1997).


 
APPLICAZIONE DI SANZIONI DISCIPLINARI PER AFFILIAZIONE DEL MAGISTRATO ALLA MASSONERIA - Richiede l'accertamento che all'epoca dei fatti egli fosse consapevole delle ragioni di incompatibilità (Cassazione Sezioni Unite n. 9301 del 18 settembre 1997 e n. 10598 del 28 ottobre 1997).


 
QUESTIONE DI LEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE DELL'ART. 51 COD. PROC. CIV. NELLA PARTE IN CUI NON PREVEDE L'OBBLIGO DI ASTENSIONE PER IL GIUDICE CHE ABBIA GIÀ VALUTATO LA CAUSA IN SEDE CAUTELARE - Con riferimento al principio del "giusto processo" affermato dalla Corte in sede penale (Tribunale di Torino, ordinanza del 6 ottobre 1997).


 
<< Inizio < Prec. 51 52 53 54 Pross. > Fine >>

Risultati 521 - 530 di 531

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca