Home arrow GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Giudici avvocati e processi:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI




Scegli il mese e l'anno per visualizzare i relativi articoli archiviati o usa il menu Archivio sulla sinistra, che mostra le annate in cui vi sono articoli archiviati in questa sezione.


IL MAGISTRATO PUÒ DIFFONDERE ATTRAVERSO LA STAMPA NOTIZIE SU UN PROCESSO IN CORSO AL FINE DI GARANTIRE LA CORRETTEZZA DELL'INFORMAZIONE - Ma non deve mettere a repentaglio lo svolgimento delle indagini ed è tenuto al rispetto dei principi di imparzialità ed indipendenza (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 11732 del 20 novembre 1998, Pres. La Torre, Rel. Roselli).


 
I COLLEGHI DI UN LAVORATORE POSSONO ESSERE SENTITI COME TESTIMONI NELLA CAUSA DA LUI PROMOSSA CONTRO IL COMUNE DATORE DI LAVORO - Anche se abbiano a loro volta in corso analoghi giudizi nei confronti dell'azienda (Cassazione Sezione Lavoro n. 11753 del 20 novembre 1998, Pres. Santojanni, Rel. Evangelista).


 
POSSIBILITÀ DI PRODURRE DOCUMENTI IN GRADO DI APPELLO NEL PROCESSO DEL LAVORO -

Anche in un momento successivo al deposito del ricorso, purchè siano indicati nell'atto (Cassazione Sezione Lavoro n. 10497 del 2 novembre 1998, Pres. Lanni, Rel. Foglia).



 
SOTTOSCRIZIONE DELLA SENTENZA DA PARTE DEL GIUDICE PIÙ ANZIANO DEL COLLEGIO, IN SOSTITUZIONE DEL PRESIDENTE - Non è consentita in caso di trasferimento del magistrato sostituito (Cassazione Sezione Lavoro n. 10948 del 2 novembre 1998, Pres. Mattone, Rel. Roselli).


 
MODIFICATO IL SISTEMA DI NOTIFICA DEGLI ATTI GIUDIZIARI A MEZZO POSTA - In modo da assicurare che il destinatario ne abbia effettiva conoscenza (Corte Costituzionale n. 346 del 23 settembre 1998, Pres. Granata, Red. Marini).


 
RILEVANZA DISCIPLINARE DEGLI ERRORI DEL MAGISTRATO NELL'INTERPRETAZIONE E NELL'APPLICAZIONE DELLA LEGGE - Quando denotino scarso impegno e ponderazione, approssimazione e limitata diligenza ovvero siano indice di un comportamento del tutto arbitrario (Cassazione Sezioni Unite n. 8667 del 1° settembre 1998, Pres. Fanelli, Rel. Genghini).


 
L'AVVOCATO PUÒ SVOLGERE IL SUO PATROCINIO SENZA LIMITAZIONI TERRITORIALI - Dopo l'entrata in vigore della legge 24 febbraio 1997 n. 27 che ha soppresso l'albo dei procuratori legali (Cassazione Sezione Lavoro n. 7412 del 28 luglio 1998, Pres. Sommella, Rel. Amoroso).


 
ALTERNATIVITÀ FRA LA MEMORIA DI REPLICA E LA DISCUSSIONE ORALE NEL PROCESSO CIVILE - Non lede il diritto di difesa (Corte Cost. n. 275 del 17 luglio 1998, Pres. Granata, Red. Santosuosso).


 
RIGETTATI DALLA SUPREMA CORTE VARI RICORSI DI MAGISTRATI RAGGIUNTI DA PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI - Tra i comportamenti sanzionati: mancanza di equilibrio, improprie dichiarazioni alla stampa, eccessivo zelo indagatorio (Sezioni Unite n.ri 6956, 6957, 6958 e 6959 del 16 luglio 1998, n. 7091 del 20 luglio 1998 e n. 7478 del 30 luglio 1998).


 
RESTA COMPETENTE IL PRETORE DI ROMA PER LE CONTROVERSIE PROMOSSE DAGLI ADDETTI ALLE DIPENDENZE PERIFERICHE DELLE FERROVIE E DELLE POSTE - La Suprema Corte è tornata al suo precedente orientamento giurisprudenziale (Cassazione Sezione Lavoro n. 6128 del 19 giugno 1998 Pres. De Tommaso, Rel. Evangelista).


 
<< Inizio < Prec. 51 52 53 54 Pross. > Fine >>

Risultati 511 - 520 di 531

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca