Home arrow GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Giudici avvocati e processi:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI




articoli archiviati per il 2011


LA RINUNCIA ALL'APPELLO DETERMINA IL PASSAGGIO IN GIUDICATO DELLA SENTENZA DI PRIMO GRADO - Senza necessità di accettazione (Cassazione Sezione Lavoro n. 20191 del 3 ottobre 2011, Pres. Miani Canevari, Rel. Filabozzi).


 
LA NOTIFICA DI UN ATTO GIUDIZIARIO A UNA SOCIETA' PUO' ESSERE RITENUTA VALIDA SE RICEVUTA DA UNA PERSONA PRESENTE NELLA SEDE - Anche se non dipendente (Cassazione Sezione Lavoro n. 19915 del 29 settembre 2011, Pres. Foglia, Rel. Tricomi).


 
LA CONSULENZA TECNICA D'UFFICIO NON PUO' ESSERE DISPOSTA PER COMPIERE UN'INDAGINE ESPLORATIVA - Alla ricerca di fatti non provati (Cassazione Sezione Lavoro n. 18941 del 16 settembre 2011, Pres. Lamorgese, Rel. Tricomi).


 
DOPO L'ARCHIVIAZIONE DEL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE PROMOSSO DAL PROCURATORE GENERALE NEI CONFRONTI DI UN MAGISTRATO, IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA NON PUO', PER GLI STESSI FATTI, RIAPRIRE L'INDAGINE - In base al d.lgs. n. 109/2006 (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 14664 del 5 luglio 2011, Pres. Proto, Rel. Amoroso).


 
LA DECISIONE SULLA COMPETENZA DEVE ESSERE ADOTTATA IN BASE A QUANTO RISULTA DAGLI ATTI, SENZA L'ESPLETAMENTO DI PROVE ORALI - Ma possono essere assunte informazioni (Cassazione Sezione Lavoro n. 13782 del 23 giugno 2011, Pres. Foglia, Rel. Mancino).


 
NEL PROCEDIMENTO PER REPRESSIONE DI COMPORTAMENTO ANTISINDACALE IL GIUDICE PUO' ASSUMERE INFORMAZIONI ANCHE FUORI UDIENZA, DOPO LA COMPARIZIONE DELLE PARTI - A termini dell'art. 28 St. Lav. (Cassazione Sezione Lavoro n. 13780 del 23 giugno 2011, Pres. Foglia, Rel.Curzio).


 
IL PRINCIPIO DELL'OBBLIGATORIETA' DELLA LINGUA ITALIANA SI RIFERISCE AGLI ATTI PROCESSUALI E NON AI DOCUMENTI PRODOTTI DALLE PARTI - In base agli articoli 122 e 123 cod. proc. civ. (Cassazione Sezione Prima Covile n. 13249 del 16 giugno 2011, Pres. Carnevale, Rel. Ragonesi).


 
SPETTA AL GIUDICE DI MERITO ACCERTARE LA MANCATA CONTESTAZIONE, DA PARTE DEL CONVENUTO, DEI FATTI ALLEGATI DALL'ATTORE - Ai fini probatori (Cassazione Sezione Lavoro n. 12559 del 9 giugno 2011, Pres. Miani Canevari, Rel. Mammone).


 
NEL PROCESSO DEL LAVORO IL DEPOSITO DI NUOVI DOCUMENTI PUO' ESSERE AMMESSO SE ESSI SONO STATI FORMATI IN UN MOMENTO SUCCESSIVO AL DEPOSITO DEL RICORSO - Ovvero se la loro produzione sia giustificata dagli sviluppi del processo (Cassazione Sezione Lavoro n. 12466 dell'8 giugno 2011, Pres. Roselli, Rel. Mancino).


 
COSTITUISCE ILLECITO DISCIPLINARE IL COMPORTAMENTO DEL MAGISTRATO CHE PROTRAE INGIUSTIFICATAMENTE LA DURATA DI UNA CAUSA CIVILE - Violazione degli artt. 24 e 111 della Costituzione e dell'art. 6 Cedu (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 10867 del 18 maggio 2011, Pres. Vittoria, Rel. Bucciante).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Pross. > Fine >>

Risultati 11 - 20 di 25

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca