Home arrow FAMIGLIA
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Famiglia:
 
2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
FAMIGLIA




Scegli il mese e l'anno per visualizzare i relativi articoli archiviati o usa il menu Archivio sulla sinistra, che mostra le annate in cui vi sono articoli archiviati in questa sezione.


DISPARITÀ DI TRATTAMENTO FRA CONIUGI PRIVI DI MEZZI, A SECONDA CHE IL MATRIMONIO CESSI PER DIVORZIO O PER DICHIARAZIONE DI NULLITÀ DA PARTE DI UN TRIBUNALE ECCLESIASTICO - Non contrasta con la Costituzione (Corte Costituzionale n. 329 del 27 settembre 2001, Pres. Ruperto, Red. Bile).


 
IN CASO DI DIVORZIO L'ABITAZIONE NELLA CASA FAMIGLIARE DI PROPRIETÀ COMUNE SPETTA AL CONIUGE CUI VENGONO AFFIDATI I FIGLI - Non può essere attribuita solo per ragioni economiche (Cassazione Sezione Prima Civile n. 11696 del 18 settembre 2001, Pres. Reale, Rel. Proto).


 
L'ASSEGNO DOVUTO ALLA MOGLIE SEPARATA NON PUÒ ESSERE RIDOTTO PER IL SOLO FATTO CHE ELLA STABILISCA UN RAPPORTO DI CONVIVENZA MORE UXORIO CON UN ALTRO UOMO - A meno che da ciò le derivi uno stabile vantaggio patrimoniale (Cassazione Sezione Prima Civile n. 11488 del 7 settembre 2001, Pres. Carnevale, Rel. Vitrone).


 
L'INFEDELTÀ SUCCESSIVA ALL'ALLONTANAMENTO DAL DOMICILIO CONIUGALE NON CONSENTE LA PRONUNCIA DI SEPARAZIONE CON ADDEBITO - Perché non ha causato l'intollerabilità della prosecuzione della convivenza tra i coniugi (Cassazione Sezione Prima Civile n. 9515 del 13 luglio 2001, Pres. Reale, Rel. Panebianco).


 
IL FIGLIO NATURALE NON RICONOSCIUTO HA DIRITTO, SE VIENE ADOTTATO QUANDO È MAGGIORENNE, DI MANTENERE IL COGNOME DATOGLI DALL'UFFICIALE DI STATO CIVILE, AGGIUNGENDOLO A QUELLO DELL'ADOTTANTE - Illegittimità costituzionale dell'art. 299 cod. civ. per contrasto con l'art. 2 Cost. che tutela l'identità personale (Corte Costituzionale n. 120 dell'11 maggio 2001, Pres. Ruperto, Red. Santosuosso).


 
IN CASO DI BIGAMIA, IL SECONDO MATRIMONIO DEL CITTADINO ITALIANO AVVENUTO ALL'ESTERO PRODUCE EFFETTI IN ITALIA SINO AL SUO ANNULLAMENTO - Perciò il secondo coniuge non può essere espulso dal territorio nazionale (Cassazione Sezione Prima Civile n. 5537 del 13 aprile 2001, Pres. Grieco, Rel. Panebianco).


 
LA NULLITÀ DEL MATRIMONIO DICHIARATA DA UN TRIBUNALE ECCLESIASTICO NON FA VENIR MENO L'ASSEGNO DI DIVORZIO STABILITO DAL GIUDICE ITALIANO CON SENTENZA PASSATA IN GIUDICATO - Per effetto della revisione del concordato (Cassazione Sezione Prima Civile n. 4202 del 23 marzo 2001, Pres. Olla, Rel. Felicetti).


 
IL MINORE NON PUÒ ESSERE DICHIARATO ADOTTABILE SOLO PERCHÉ I SUOI GENITORI SIANO AFFETTI DA INSUFFICIENZE O MALATTIE MENTALI - E' necessario verificare se essi siano inidonei ad assicurare al figlio il minimo di assistenza indispensabile per un'equilibrata crescita psico-fisica (Cassazione Sezione Prima Civile n. 2010 del 13 febbraio 2001, Pres. Olla, Rel. Bonomo).


 
LA PROVA DELLA PATERNITÀ NATURALE PUÒ ESSERE FONDATA SU ELEMENTI INDIZIARI - Rilevanza del rifiuto di sottoporsi ad esami ematologici (Cassazione Sezione Prima Civile n. 2008 del 13 febbraio 2001, Pres. Olla, Rel. Bonomo).


 
IL CONIUGE NON AFFIDATARIO DELLA PROLE NON HA DIRITTO A UNA RIDUZIONE DELL'ASSEGNO MENSILE DI MANTENIMENTO NEI PERIODI IN CUI I FIGLI STANNO CON LUI - L'assegno deve ritenersi annuale (Cassazione Sezione Prima Civile n. 566 del 17 gennaio 2001, Pres. Carnevale, Rel. Giuliani).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 91 - 100 di 164

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca