Home arrow FAMIGLIA
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Famiglia:
 
2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
FAMIGLIA




Scegli il mese e l'anno per visualizzare i relativi articoli archiviati o usa il menu Archivio sulla sinistra, che mostra le annate in cui vi sono articoli archiviati in questa sezione.


IL DIRITTO DEL DIVORZIATO ALLA PENSIONE DI REVERSIBILIT└ SORGE IN VIA AUTOMATICA CON IL DECESSO DELL'EX CONIUGE PENSIONATO - In presenza di determinati requisiti (Cassazione Sezione Prima Civile n. 336 del 14 gennaio 2004, Pres. Greco, Rel. Luccioli).


 
LA PENSIONE INPS DI REVERSIBILITA' SPETTA ANCHE AL CONIUGE SEPARATO PER COLPA O CON ADDEBITO - Senza che sia richiesta la sussistenza del diritto al mantenimento (Cassazione Sezione Lavoro n. 15516 del 16 ottobre 2003, Pres. Mileo, Rel. Picone).


 
NEL CALCOLO DELLA PERCENTUALE DELLA INDENNITA' DI FINE RAPPORTO SPETTANTE AL CONIUGE DIVORZIATO SI DEVE TENER CONTO DEL PERIODO DI SEPARAZIONE PRECEDENTE IL DIVORZIO - Per finalità assistenziali e compensative (Cassazione Sezione Prima Civile n. 10075 del 25 giugno 2003, Pres. De Musis, Rel. Luccioli).


 
L'IMPOSTA DI REGISTRO NON DEVE ESSERE APPLICATA AI PROVVEDIMENTI GIUDIZIARI IN MATERIA DI ASSEGNI PER IL MANTENIMENTO DEI FIGLI - Anche al di fuori dei procedimenti di separazione (Corte Costituzionale sentenza n. 202 dell'11 giugno 2003, Pres. Chieppa, Red. Finocchiaro).


 
IN CASO DI SEPARAZIONE CONSENSUALE GLI ASSEGNI FAMILIARI PER IL FIGLIO SPETTANO PER LEGGE AL CONIUGE AFFIDATARIO - Anche se siano percepiti dall'altro coniuge, che è tenuto a trasferirli (Cassazione Sezione Prima Civile n. 5060 del 2 aprile 2003, Pres. Greco, Rel. Giuliani).


 
IN REGIME DI COMUNIONE LEGALE DEI BENI FRA I CONIUGI, IL CONSENSO DI UNO DI LORO ALL'INTESTAZIONE ESCLUSIVA DI UNO SPECIFICO BENE CHE VIENE ACQUISTATO DALL'ALTRO NON FA VENIRE MENO IL VINCOLO - In base al'art. 117 cod. civ. (Cassazione Sezione Prima Civile n. 2954 del 27 febbraio 2003, Pres. Greco, Rel. Magno).


 
L'ACCERTAMENTO DELLA PATERNITA' NATURALE PUO' ESSERE COMPIUTO DAL GIUDICE UTILIZZANDO OGNI MEZZO DI PROVA - Anche mediante presunzioni (Cassazione Sezione Prima Civile n. 2640 del 21 febbraio 2003, Pres. De Musis, Rel. Proto).


 
UN RAPPORTO DI CONVIVENZA MORE UXORIO NON ╚ DI PER S╔ SUFFICIENTE AD ESCLUDERE IL DIRITTO DELL'EX CONIUGE ALL'ASSEGNO DI DIVORZIO - La situazione non si può parificare a quella determinata da un nuovo matrimonio (Cassazione Sezione Prima Civile n. 17246 del 5 dicembre 2002, Pres. De Musis, Rel. Ragonesi).


 
L'ACCERTAMENTO DELLA PATERNIT└ E DELLA MATERNIT└ ╚ CONSENTITO ANCHE PER I FIGLI INCESTUOSI - In base agli articoli 2 (tutela della personalità) e 3 (principio di eguaglianza) della Costituzione (Corte Costituzionale n. 494 del 28 novembre 2002, Pres. Ruperto, Red. Zagrebelsky).


 
SOLLEVATA DALLA SUPREMA CORTE LA QUESTIONE DI LEGITTIMIT└ COSTITUZIONALE DELLE NORME CHE IMPEDISCONO LE INDAGINI SULLA PATERNIT└ DEL FIGLIO INCESTUOSO - Per contrasto con il diritto, garantito dall'art. 2 Cost., all'identità personale e con il principio di eguaglianza (Cassazione Sezione Prima Civile, ordinanza n. 9724 del 4 luglio 2002, Pres. Lo Savio, Rel. Bonomo).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 71 - 80 di 164

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca