Home arrow LAVORO
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Lavoro:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
Lavoro




articoli archiviati per il 2010




SE LA COMUNICAZIONE DI APERTURA DI UNA PROCEDURA DI RIDUZIONE DEL PERSONALE NON CONTIENE LE INFORMAZIONI PREVISTE DALLA LEGGE N. 223 DEL 1991, I LICENZIAMENTI SONO INSANABILMENTE INEFFICACI - Anche nel caso che sia intervenuto un accordo sindacale (Cassazione Sezione Lavoro n. 26492 del 30 dicembre 2010, Pres. Roselli, Rel. Zappia).


 
LA LIQUIDAZIONE DI SINISTRI INESISTENTI NON PUO' ESSERE GIUSTIFICATA DA PRESSIONI MAFIOSE, OVE IL LAVORATORE NON ABBIA INFORMATO L'AZIENDA DELLA ESTORSIONE SUBITA - Possibile il licenziamento (Cassazione Sezione Lavoro n. 26489 del 30 dicembre 2010, Pres. Roselli, Rel. Stile).


 
LE CONDIZIONI DI UN BANDO DI CONCORSO NON POSSONO ESSERE MUTATE UNILATERALMENTE DAL DATORE DI LAVORO - Anche se si tratta della pubblica amministrazione (Cassazione Sezione Lavoro n. 26493 del 30 dicembre 2010, Pres. Roselli, Rel. Meliadò).


 
REINTEGRAZIONE DI UNA GIORNALISTA NELLE MANSIONI DI CONDUTTRICE DEL TG1 - In base all'art. 2103 cod. civ. e all'art. 15 St. Lav. (Tribunale di Roma, Sezione Lavoro, ordinanza del 28 dicembre 2010, Est. Marrocco).


 
SOLLEVATA LA QUESTIONE DI LEGITTIMITA' COSTITUZIONALE DELL'ART. 32 DEL "COLLEGATO LAVORO" - Con riferimento agli articoli 3, 24, 101, 102, 111 e 117 Cost. Rep.. (Tribunale di Trani, Sezione Lavoro, ordinanza del 20 dicembre 2010, Est. La Notte Chirone).


 
I DIRIGENTI "CONVENZIONALI" HANNO DIRITTO ALLA TUTELA CONTRO I LICENZIAMENTI IN BASE ALLA LEGGE N. 604/66 E ALL'ART. 18 ST. LAV. - Non i "minori" (Cassazione Sezione Lavoro n. 25145 del 13 dicembre 2010, Pres. Roselli, Rel. Ianniello).


 
L'ATTO DI DIMISSIONI PUO' CONTENERE UNA CONDIZIONE SOSPENSIVA - In base al principio generale di libertà negoziale (Cassazione Sezione Lavoro n. 25138 del 13 dicembre 2010, Pres. Roselli, Rel. Zappia).


 
IL LICENZIAMENTO RITORSIVO E' NULLO PERCHE' VIZIATO DA MOTIVO ILLECITO - E comporta l'applicazione dell'art. 18 St. Lav. anche se il datore di lavoro ha meno di 16 dipendenti (Cassazione Sezione Lavoro n. 24347 del 1 dicembre 2010, Pres. Vidiri, Rel. Ianniello).


 
PUO' ESSERE PROVATO PER PRESUNZIONI IL DANNO PROFESSIONALE SUBITO DA UN PERITO MECCANICO DESTINATO A MANSIONI AMMINISTRATIVE - In base a dati di comune esperienza (Cassazione Sezione Lavoro n. 24233 del 30 novembre 2010, Pres. Vidiri, Rel. Amoroso).


 
LA DEQUALIFICAZIONE E' LECITA SE ATTUATA PER EVITARE IL LICENZIAMENTO - Ed accettata dal lavoratore (Cassazione Sezione Lavoro n. 23926 del 25 novembre 2010, Pres. Roselli, Rel. Picone).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 10 di 172

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca