Home arrow LAVORO
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Lavoro:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
Lavoro




articoli archiviati per il 2009




LA BASE DI CALCOLO DELL'INDENNITA' DI BUONUSCITA SPETTANTE AI PUBBLICI IMPIEGATI E' DISCIPLINATA DALLA LEGGE - Deve escludersi la possibilità di modificazioni da parte della disciplina collettiva (Cassazione Sezione Lavoro n. 27836 del 30 dicembre 2009, Pres. De Luca, Rel. Bandini).


 
L'INFORTUNIO SUL LAVORO E' INDENNIZZABILE ANCHE QUANDO DERIVI DA UNO SFORZO FISICO NON ABNORME RICHIESTO DALLA PRESTAZIONE LAVORATIVA - La preesistenza di fattori patologici non esclude il nesso causale (Cassazione Sezione Lavoro n. 27831 del 30 dicembre 2009, Pres. Sciarelli, Rel. Meliadò).


 
LA SENTENZA COSTITUTIVA DEL RAPPORTO DI LAVORO, A SEGUITO DI UN OBBLIGO ASSUNTO DALL'AZIENDA, PRODUCE I SUOI EFFETTI DAL MOMENTO DEL PASSAGGIO IN GIUDICATO - In base all'art. 2932 cod. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 27841 del 30 dicembre 2009, Pres. Roselli, Rel. Picone).


 
IL DIRITTO DEL LAVORATORE ALLA QUALIFICA SUPERIORE PER EFFETTO DELLE MANSIONI SVOLTE NON E' PRECLUSO DA FORMALI DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE DELL'AZIENDA - In base all'art. 2103 cod. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 27825 del 30 dicembre 2009, Pres. Roselli, Rel. Picone).


 
IL LAVORATORE PUBBLICO HA DIRITTO A PERCEPIRE INTEGRALMENTE LE DIFFERENZE DI RETRIBUZIONE DOVUTEGLI PER LE SUPERIORI MANSIONI SVOLTE - In base all'art. 2103 cod. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 27887 del 30 dicembre 2009, Pres. Sciarelli, Rel. Vidiri).


 
IL LAVORATORE HA DIRITTO AL RISARCIMENTO DEL DANNO NON PATRIMONIALE IN CASO DI GRAVE VIOLAZIONE DI DIRITTI DELLA PERSONA - Tutelati dalla Costituzione (Cassazione Sezione Lavoro n. 27845 del 30 dicembre 2009, Pres. Roselli, Rel. Meliadò).


 
IL DIRIGENTE PUBBLICO DEMANSIONATO HA DIRITTO AL RISARCIMENTO DEL DANNO PROFESSIONALE - Per violazione delle regole di correttezza (Cassazione Sezione Lavoro n. 27888 del 30 dicembre 2009, Pres. Sciarelli, Rel. Nobile).


 
IL GIUDICE PUO' RIDURRE IL PERIODO DI COMPORTO IN CASO DI RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE - In base all'art. 2110 cod. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 27762 del 30 dicembre 2009, Pres. Sciarelli, Rel. De Renzis).


 
IN CASO DI RIDUZIONE DI PERSONALE L'AZIENDA DEVE PROVARE L'APPLICAZIONE DEI CRITERI DI SCELTA NEI CONFRONTI DEI LAVORATORI LICENZIATI - In base alla legge n. 223 del 1991 (Cassazione Sezione Lavoro n. 27165 del 23 dicembre 2009, Pres. De Luca, Rel. Zappia).


 
L'ECCEZIONE DI NULLITA' DI UNA CLAUSOLA VESSATORIA PUO' ESSERE SOLLEVATA ANCHE IN CASSAZIONE - Purché la sua natura sia stata accertata dal giudice di merito (Cassazione Sezione Lavoro n. 26987 del 22 dicembre 2009, Pres. Sciarelli, Rel. Zappia).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 10 di 267

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca