Home arrow GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Giudici avvocati e processi:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI




articoli archiviati per il 2007


ANCHE LA PERSONA GIURIDICA HA DIRITTO AL RISARCIMENTO DEL DANNO NON PATRIMONIALE PER IRRAGIONEVOLE DURATA DEL PROCESSO - In relazione a turbamenti di carattere psicologico (Cassazione Sezione Prima Civile n. 26015 del 12 dicembre 2007, Pres. Panebianco, Rel. Panzani).


 
IL PUBBLICO MINISTERO HA IL DOVERE DEONTOLOGICO DI ASTENERSI QUANDO SI POSSA IPOTIZZARE CHE LA SUA CONDOTTA SIA ISPIRATA A FINI DIVERSI DA QUELLI ISTITUZIONALI - In base all'art. 52 cod. proc. pen. (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 25815 dell'11 dicembre 2007, Pres. Nicastro, Rel. Finocchiaro).


 
NEL PROCESSO DEL LAVORO ANCHE IL GIUDICE DELL'APPELLO HA IL DOVERE DI PROVVEDERE D'UFFICIO AD ATTI ISTRUTTORI - Per la ricerca della verità (Cassazione Sezione Lavoro n. 25742 del 10 dicembre 2007, Pres. Mercurio, Rel. D'Agostino).


 
LA TESTIMONIANZA DEL LEGALE RAPPRESENTANTE DI UNA SOCIETA' CHE SIA PARTE DEL GIUDIZIO PUO' ESSERE UTILIZZATA SE NON NE VIENE ECCEPITA LA NULLITA' - In base all'art. 246 cod. proc. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 25266 del 4 dicembre 2007, Pres. De Luca, Rel. Nobile).


 
NEL PROCESSO DEL LAVORO ANCHE IL RICORRENTE HA L'ONERE DI CONTESTARE TEMPESTIVAMENTE I FATTI AFFERMATI DAL CONVENUTO - In base ai principi del giusto processo (Cassazione Sezione Lavoro n. 25269 del 4 dicembre 2007, Pres. Ciciretti, Rel. De Matteis).


 
I COMPORTAMENTI PROCESSUALI AVENTI FINALITA' DILATORIE POSSONO ESSERE SANZIONATI CON LA CONDANNA AL RISARCIMENTO DEL DANNO - Con liquidazione equitativa (Cassazione Sezione Lavoro n. 24645 del 27 novembre 2007, Pres. Mattone, Rel. Vidiri).


 
LE ESIGENZE DI RISERVATEZZA NON POSSONO IMPEDIRE L'UTILIZZAZIONE DELLE INTERCETTAZIONI DI CONVERSAZIONI TELEFONICHE DI PARLAMENTARI - Nei processi a carico di altri soggetti (Corte Costituzionale sentenza n. 390 del 23 novembre 2007, Pres. Bile, Red. Flick).


 
NEL PROCESSO CIVILE LA RIMESSIONE IN TERMINI NON SI APPLICA ALLE IMPUGNAZIONI - In base all'art. 184 bis cod. proc. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 24249 del 21 novembre 2007, Pres. Senese, Rel. Nobile).


 
IL REATO DI ABUSO DEI MEZZI DI CORREZIONE O DI DISCIPLINA SI CONFIGURA ANCHE IN CASO DI CONSEGUENZE NEGATIVE SULLA SALUTE PSICHICA, QUALI LO STATO D'ANSIA E L'INSONNIA - In base all'art. 571 cod. pen. (Cassazione Sezione Quinta Penale n. 42648 del 19 novembre 2007, Pres. De Roberto, Rel. Mannino).


 
LA PARCELLIZZAZIONE DEL CREDITO IN SEDE GIUDIZIARIA, CON CONSEGUENTE MOLTIPLICAZIONE DEI GIUDIZI, E' ILLEGITTIMA - Per contrasto con le regole di correttezza e con il principio del giusto processo (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 23726 del 15 novembre 2007, Pres. Carbone, Rel. Morelli).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 10 di 41

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca