Home arrow DOCUMENTI
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
DOCUMENTI




articoli archiviati per il 2003


LA COSTITUZIONE NON CONSENTE CHE LE MISURE PER CONTRASTARE IL "MOBBING" NEL RAPPORTO DI LAVORO FORMINO OGGETTO DI UNA LEGGE REGIONALE - La materia è riservata allo Stato (Corte Costituzionale n. 358 del 19 dicembre 2003, Pres. Chiappa, Red. Amirante).


 
L'ESPOSIZIONE DEL CROCIFISSO NELLE AULE DELLE SCUOLE PUBBLICHE LEDE LA LIBERTA' RELIGIOSA DEI NON CRISTIANI CHE LE FREQUENTANO - Ne può essere chiesta la rimozione a titolo di risarcimento del danno in forma specifica (Tribunale Civile di L'Aquila, ordinanza del 23 ottobre 2003, Giudice Dott. Mario Montanaro).


 
ILLEGITTIMITA' COSTITUZIONALE DELLA LEGGE LOMBARDA CHE DISCIPLINA I CASI DI INCOMPATIBILITA' DEI CONSIGLIERI REGIONALI - Per contrasto con i principi fondamentali dell'ordinamento giuridico statale (Corte Costituzionale sentenza n. 201 dell'11 giugno 2003, Pres. Chieppa, Red. Zagrebelsky).


 
STABILITE DAL TRIBUNALE DI ROMA LE MODALITA' PER L'ATTUAZIONE, DA PARTE DELLA RAI, DELL'ORDINANZA CHE HA REINTEGRATO IL GIORNALISTA MICHELE SANTORO NELLE SUE MANSIONI - Collocazione e durata del programma (Tribunale di Roma, Sezione Lavoro, ordinanza del 3 giugno 2003, Giudice Massimo Pagliarini).


 
IL LICENZIAMENTO DISCIPLINARE DEL DIRIGENTE DEVE ESSERE PRECEDUTO DALLA CONTESTAZIONE SCRITTA DELL'ADDEBITO, IN BASE ALL'ART. 7 ST. LAV. - La violazione di questa norma non comporta tuttavia la nullità di recesso (Cassazione Sezione Lavoro n. 5213 del 3 aprile 2003, Pres. Ciciretti, Rel. Toffoli).


 
DISPOSTA IN VIA D'URGENZA L'ASSISTENZA SANITARIA PER UN BAMBINO AFFETTO DA TETRAPARESI SPASTICO-DISTONICA - L'ASL dovrà provvedere all'erogazione di prestazioni specialistiche ovvero al pagamento delle terapie domiciliari eseguite privatamente (Tribunale di Roma, Sezione Lavoro, ordinanza del 21 marzo 2003, Giudice Donatella Casari).


 
L'INSEGNANTE DI RELIGIONE RITENUTA INIDONEA DALL'ORDINARIO DIOCESANO, PERCHE' NUBILE IN STATO DI GRAVIDANZA, HA PERSO IL LAVORO, MA NON HA SUBITO UN VERO E PROPRIO LICENZIAMENTO - Per questo, secondo la Suprema Corte, ella non ha diritto alla specifica tutela prevista dal nostro ordinamento per le lavoratrici madri (Cassazione Sezione Lavoro n. 2803 del 24 febbraio 2003, Pres. Mileo, Rel. Picone).


 
RIGETTATO DAL TRIBUNALE DI ROMA IL RECLAMO PROPOSTO DALLA RAI CONTRO IL PROVVEDIMENTO D'URGENZA OTTENUTO DAL GIORNALISTA MICHELE SANTORO - Anche il Collegio ha ritenuto che si sia verificato un illegittimo demansionamento (Tribunale di Roma, Sezione Lavoro, ordinanza del 20 febbraio 2003, Presidente Cortesani, Rel. Blasutto, Giudice Leone).


 
CHIESTO ALL'UNIONE EUROPEA L'AVVIO DI UNA PROCEDURA DI INFRAZIONE NEI CONFRONTI DEL GOVERNO ITALIANO PER VIOLAZIONE DEL DIRITTO FONDAMENTALE DEI CITTADINI ALLA LIBERTA' E AL PLURALISMO DELL'INFORMAZIONE - In base all'art. 7 del Trattato di Maastricht.


 
IL QUESITO REFERENDARIO SULL'ESTENSIONE DELLA "TUTELA REALE" CONTRO I LICENZIAMENTI PROPONE AL CORPO ELETTORALE UN'ALTERNATIVA CHIARA E NETTA - Il significato è univoco (Corte Costituzionale n. 41 del 6 febbraio 2003, Pres. Chieppa, Red. Zagrebelsky).


 

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca