Home arrow GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Giudici avvocati e processi:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI




articoli archiviati per il 2003


LA PRESCRIZIONE IN SETTE ANNI E MEZZO DELL'ILLECITO DISCIPLINARE DEL GIORNALISTA DEVE ESSERE RITENUTA CONFORME ALLA COSTITUZIONE - In applicazione del principio della durata ragionevole del processo (Cassazione Sezione Terza Civile n. 19299 del 17 dicembre 2003, Pres. Nicastro Rel. Lupo).


 
E' POSSIBILE AGIRE DAVANTI AL GIUDICE CIVILE PER OTTENERE IL RISARCIMENTO DEL DANNO MORALE DA FALSA TESTIMONIANZA - Anche se si tratta di un reato contro l'amministrazione della giustizia (Cassazione Sezione Terza Civile n. 17622 del 20 novembre 2003, Pres. Vittoria, Rel. Durante).


 
LA TRASFORMAZIONE DI UNA SOCIETA' DI PERSONE IN SOCIETA' DI CAPITALI COMPORTA SOLTANTO UN MUTAMENTO FORMALE - Non determina la creazione di un nuovo soggetto (Cassazione Sezione Lavoro n. 17066 del 12 novembre 2003, Pres. Mileo, Rel. La Terza).


 
IL RISARCIMENTO DEL DANNO DOVUTO AL VIAGGIATORE PER RITARDO DI UN TRENO DELLE FERROVIE DELLO STATO PUO' ESSERE DETERMINATO DAL GIUDICE DI PACE ANCHE IN MISURA SUPERIORE AL COSTO DEL BIGLIETTO - Secondo equità (Cassazione Sezione Terza Civile n. 16945 del 11 novembre 2003, Pres. Sabatini, Rel. Chiarini).


 
IN CASO DI NOTIFICAZIONE DEL RICORSO PER CASSAZIONE A MEZZO DELLA POSTA, IL TERMINE PER IL DEPOSITO DECORRE DALLA DATA DELLA RICEZIONE - Anche dopo la sentenza della Corte Costituzionale n. 477 del 2002 (Cassazione Sezione Tributaria n. 16418 del 3 novembre 2003, Pres. Paolini, Rel. Bielli).


 
L'IMPUGNAZIONE DELLE DELIBERE DELLE FEDERAZIONI SPORTIVE IN MATERIA DI CLASSIFICA DELLE SQUADRE NEI CAMPIONATI DEVE ESSERE PROPOSTA DAVANTI AL GIUDICE ORDINARIO - In base al decreto legislativo 23 luglio 1999 n. 242 (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 14666 del 1 ottobre 2003, Pres. Greco, Rel. Di Nanni).


 
LE CONTROVERSIE SULL'ASSEGNAZIONE DEI POSTI NEL PUBBLICO IMPIEGO MEDIANTE SCORRIMENTO DELLE GRADUATORIE DEI CONCORSI RIENTRANO NELLA GIURISDIZIONE DEL GIUDICE ORDINARIO - Si tratta di atti di gestione (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 14529 del 29 settembre 2003, Pres. Corona, Rel. Evangelista).


 
IL GIUDICE PUO' DISPORRE L'ESIBIZIONE DEL LIBRO MATRICOLA AL FINE DI ACCERTARE IL NUMERO DEI DIPENDENTI DELL'AZIENDA - La mancata esecuzione dell'ordine può costituire argomento di prova a favore del lavoratore (Cassazione Sezione Lavoro n. 12747 del 1 settembre 2003, Pres. Dell'Anno, Rel. Filadoro).


 
IN UNA CAUSA DI LAVORO IL RICORRENTE PUO' UTILIZZARE COME PROVA LA DEPOSIZIONE TESTIMONIALE DI UN DIPENDENTE SUO COLLEGA CHE ABBIA PROMOSSO, NEI CONFRONTI DELL'AZIENDA CONVENUTA, UN'ANALOGA VERTENZA - Non sussiste incapacità (Cassazione Sezione Lavoro n. 9650 del 16 giugno 2003, Pres. Mileo, Rel. Putaturo Donati V.).


 
ILLEGITTIMITA' COSTITUZIONALE DELLA LEGGE LOMBARDA CHE DISCIPLINA I CASI DI INCOMPATIBILITA' DEI CONSIGLIERI REGIONALI - Per contrasto con i principi fondamentali dell'ordinamento giuridico statale (Corte Costituzionale sentenza n. 201 dell'11 giugno 2003, Pres. Chieppa, Red. Zagrebelsky).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 10 di 28

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca