Home arrow INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Informazione e comunicazione:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE




articoli archiviati per il 2002


ILLEGITTIMIT└ COSTITUZIONALE DELLA LEGGE MACCANICO NELLA PARTE IN CUI HA CONSENTITO AL GRUPPO MEDIASET IL MANTENIMENTO DI TRE CONCESSIONI TELEVISIVE SU FREQUENZE TERRESTRI - Per contrasto con l'art. 21 della Costituzione (Corte Costituzionale n. 466 del 20 novembre 2002, Pres. Ruperto, Red. Chieppa).


 
LA PRESCRIZIONE DELL'AZIONE DISCIPLINARE NEI CONFRONTI DEL GIORNALISTA DECORRE ANCHE DURANTE IL PROCESSO DAVANTI AL GIUDICE ORDINARIO - E deve essere rilevata d'ufficio (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 9694 del 4 luglio 2002, Pres. Delli Priscoli, Rel. Vittoria).


 
IL CANONE DI ABBONAMENTO DOVUTO ALLA RAI ╚ GIUSTIFICATO DALLO SVOLGIMENTO DI FUNZIONI SPECIFICHE DI INTERESSE GENERALE - Il miglior soddisfacimento del diritto dei cittadini all'informazione e la diffusione della cultura (Corte Costituzionale, sentenza n. 284 del 26 giugno 2002, Pres. Ruperto, Red. Onida).


 
SE IL GIUDICE HA AUTORIZZATO LE RIPRESE TELEVISIVE DEL PROCESSO PENALE IN AULA, IL TESTIMONE CHE NON INTENDE ESSERE INQUADRATO DEVE MANIFESTARE ESPRESSAMENTE IL SUO DINIEGO - Se tace la ripresa della sua persona deve ritenersi legittima (Cassazione Sezione Prima Civile n. 9249 del 25 giugno 2002, Pres. Olla, Rel. Berruti).


 
LA DOMANDA DI RISARCIMENTO DEI DANNI MORALI E PATRIMONIALI CAUSATI DA UN MESSAGGIO DIFFAMATORIO DIFFUSO VIA INTERNET PUO' ESSERE PROPOSTA DAVANTI AL TRIBUNALE DEL LUOGO DOVE IL DANNEGGIATO HA DOMICILIO - Non si applica il criterio seguito in caso di diffamazione a mezzo della stampa (Cassazione Sezione Terza Civile, ordinanza n. 6591 dell'8 maggio 2002, Pres. Giustiniani, Rel. Segreto).


 
IL DEPUTATO NON PUO' ESSERE SOTTOPOSTO A PROCESSO PER DICHIARAZIONI DIFFAMATORIE RESE IN PUBBLICO, SE ESSE ATTENGONO A TEMI POLITICI DA LUI NORMALMENTE TRATTATI NELL'ATTIVITA' PARLAMENTARE - La comunicazione con i cittadini rientra nell'esercizio delle sue funzioni (Cassazione Sezione Quinta Penale, n. 16195 del 3 maggio 2002, Pres. Lacanna, Rel. Calabrese).


 
LA DIFFAMAZIONE SI PUO' REALIZZARE ANCHE MEDIANTE L'ACCOSTAMENTO O L'ACCORPAMENTO DELLE NOTIZIE - Quando ciò produce un'espansione di significati (Cassazione Sezione Terza Civile n. 2066 del 13 febbraio 2002, Pres. Lupo, Rel. Durante).


 
NON SOLO I CONTENUTI DELLE CONVERSAZIONI TELEFONICHE, MA ANCHE I LORO DATI ESTERNI SONO PROTETTI DAL DIRITTO ALLA RISERVATEZZA - In base all'art. 15 della Costituzione (Cassazione Sezione Sesta Penale n. 9331 dell'8 marzo 2002, Pres. Romano, Rel. Colla).


 
LA PUBBLICITA' DEL DIBATTIMENTO NEL PROCESSO PENALE NON E' SUFFICIENTE A GIUSTIFICARE LA PUBBLICAZIONE SUI GIORNALI DELLE AFFERMAZIONI FATTE DA UN DIFENSORE NELLA SUA ARRINGA - Se sono lesive dell'altrui reputazione (Cassazione Sezione Prima Penale n. 4462 del 5 febbraio 2002, Pres. Fazzioli, Rel. Silvestri).


 
IL CONSIGLIO DELL'ORDINE DEI GIORNALISTI NON DEVE VALUTARE LA QUALITA' DEGLI ARTICOLI PRESENTATI DALL'ASPIRANTE PUBBLICISTA PER OTTENERE L'ISCRIZIONE ALL'ALBO - La legge professionale non consente interventi censori (Cassazione Sezione Terza Civile n. 360 del 14 gennaio 2002, Pres. Fiduccia, Rel. Amatucci).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 10 di 13

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca