Home arrow LAVORO
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Lavoro:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
Lavoro




articoli archiviati per il 2002




MOLESTARE IL DIRETTORE GENERALE ORDINANDO A SUO NOME VARIE MERCI E FACENDOGLIELE RECAPITARE A CASA COSTITUISCE REATO, MA PUÒ ESSERE RITENUTO COMPORTAMENTO NON SUFFICIENTEMENTE GRAVE DA GIUSTIFICARE IL LICENZIAMENTO - In quanto scherzo di pessimo gusto che però non ha ripercussioni nella comunità di lavoro (Cassazione Sezione Lavoro n. 18282 del 23 dicembre 2002, Pres. Ianniruberto, Rel. Celentano).


 
LA TUTELA REALE CONTRO I LICENZIAMENTI SI APPLICA ANCHE AI DIPENDENTI DI UN ENTE "DI TENDENZA", SE È ORGANIZZATO IMPRENDITORIALMENTE - La mancanza della finalità di lucro non è sufficiente ad escludere l'applicabilità dell'art. 18 St. Lav. (Cassazione Sezione Lavoro n. 18218 del 20 dicembre 2002, Pres. Ianniruberto, Rel. Mazzarella).


 
IN CASO DI LICENZIAMENTO PER SUPERAMENTO DEL PERIODO DI COMPORTO L'AZIENDA, SE RICHIESTANE DAL DIPENDENTE, È TENUTA A SPECIFICARE I GIORNI DI ASSENZA - Il totale non è sufficiente (Cassazione Sezione Lavoro n. 18199 del 20 dicembre 2002, Pres. Sciarelli, Rel. De Matteis).


 
UN PROMOTORE FINANZIARIO CHE AGISCA PER UNA SIM CON UNA PROPRIA STRUTTURA PUÒ ESSERE DICHIARATO FALLITO - Si tratta di attività imprenditoriale ausiliaria (Cassazione Sezione Prima Civile n. 18135 del 20 dicembre 2002, Pres. Olla, Rel. Di Amato).


 
IL CUORE DELL'IMPRESA MANIFATTURIERA È COSTITUITO DAL "KNOW-HOW" - Esso può essere trasferito con il personale tecnico più qualificato (Cassazione Sezione Lavoro n. 18208 del 20 dicembre 2002, Pres. Sciarelli, Rel. Lupi).


 
E' VALIDO L'ATTO INTERRUTTIVO DELLA PRESCRIZIONE COMPIUTO NEI CONFRONTI DELL'INAIL DAL PATRONATO NELL'INTERESSE DEL LAVORATORE - Anche in mancanza di un formale mandato (Cassazione Sezione Lavoro n. 17997 del 16 dicembre 2002, Pres. Mileo, Rel. Toffoli).


 
UN'INNOVAZIONE LEGISLATIVA CHE ABBIA INCISO SULL'ORGANIZZAZIONE DELL'AZIENDA NON È SUFFICIENTE A GIUSTIFICARE UN LICENZIAMENTO INDIVIDUALE - Devono accertarsi sia l'effettiva soppressione del posto, che l'impossibilità di impiegare la persona licenziata in altra posizione (Cassazione Sezione Lavoro n. 17928 del 14 dicembre 2002, Pres. e Rel. Putaturo Donati V.).


 
IL COMPITO DEL CONCILIATORE IN SEDE SINDACALE, QUANDO LE PARTI ABBIANO GIÀ RAGGIUNTO L'ACCORDO, CONSISTE NEL RENDERE EDOTTO IL LAVORATORE DI TUTTI GLI ASPETTI DEL RAPPORTO OGGETTO DI TRANSAZIONE - E nell'accertare la mancanza di fattori di coartazione (Cassazione Sezione Lavoro n. 17785 del 12 dicembre 2002, Pres. Mileo, Rel. Putaturo Donati V.).


 
CHI SOSTITUISCE UN LAVORATORE DI QUALIFICA SUPERIORE ASSENTE PER RAGIONI ORGANIZZATIVE DELL'IMPRESA HA DIRITTO ALLA PROMOZIONE DOPO TRE MESI - A meno che la persona sostituita sia "assente con diritto alla conservazione del posto" (Cassazione Sezione Lavoro n. 17659 dell'11 dicembre 2002, Pres. Ciciretti, Rel. Picone).


 
LA NUOVA LEGGE SUI CONTRATTI A TERMINE (DECRETO LEGISLATIVO N. 368 DEL 2001), HA INTRODOTTO UNA MINORE RIGIDITÀ SUL PIANO DELLA FORMALIZZAZIONE DEL RAPPORTO - Essa tuttavia non si applica ai contratti sottoscritti in base alla legge n. 230 del 1962 (Cassazione Sezione Lavoro n. 17674 dell'11 dicembre 2002, Pres. Sciarelli, Rel. Vidiri).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 10 di 216

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca