Home arrow GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Giudici avvocati e processi:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI




articoli archiviati per il 2001


LA CORTE DI CASSAZIONE HA IL DOVERE DI FEDELTÀ AI PROPRI PRECEDENTI - Perché deve assicurare l'uniforme interpretazione della legge e l'unità del diritto oggettivo nazionale (Cassazione Sezione Lavoro n. 16152 del 21 dicembre 2001, Pres. Ianniruberto, Rel. Figurelli).


 
L'AVVOCATO DEVE RISPETTARE GLI IMPEGNI ASSUNTI CON UN COLLEGA PER IL COMPIMENTO DI ATTI PROCESSUALI - Non mantenere la parola data è una grave mancanza deontologica (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 15713 del 12 dicembre 2001, Pres. Cantillo, Rel. Paolini).


 
IL "TRATTENIMENTO" DEL CITTADINO STRANIERO ESPULSO, IN ATTESA DELL'ACCOMPAGNAMENTO ALLA FRONTIERA, NON PUÒ ESSERE DISPOSTO PIÙ DI UNA VOLTA - Perché si tratta di un'eccezionale limitazione della libertà personale (Cassazione Sezione Prima Civile n. 15203 del 29 novembre 2001, Pres. De Musis, Rel. Cappuccio).


 
LA QUESTIONE DI LEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE DI UNA NORMA DI LEGGE PUÒ ESSERE SOLLEVATA ANCHE IN SEDE DI ARBITRATO RITUALE - Perché gli arbitri svolgono attività giurisdizionale (Corte Costituzionale n. 376 del 28 novembre 2001, Pres. Ruperto, Red. Marini).


 
ANCHE NEL PROCESSO DEL LAVORO L'APPELLATO DEVE ESPORRE DETTAGLIATAMENTE TUTTE LE DIFESE SVOLTE NEL GIUDIZIO DI PRIMO GRADO - Non è sufficiente un richiamo generico (Cassazione Sezione Lavoro n. 12692 del 17 ottobre 2001, Pres. Sciarelli, Rel. De Biase).


 
LA COMPENSAZIONE DEVE ESSERE ECCEPITA AL MOMENTO DELLA COSTITUZIONE NEL GIUDIZIO DI PRIMO GRADO - Non può essere applicata dal giudice d'ufficio (Cassazione Sezione Lavoro n. 13189 del 15 ottobre 2001, Pres. Saggio, Rel. Balletti).


 
IL LOCATORE NON DOVRÀ PIÙ DIMOSTRARE DI AVERE PAGATO LE TASSE PER POTER SFRATTARE L'INQUILINO - L'articolo 7 della legge n. 431 del 1998 contrasta con l'articolo 24 della Costituzione (Corte Costituzionale n. 333 del 5 ottobre 2001, Pres. Ruperto, Red. Marini).


 
LA SOCIETÀ CHE GESTISCE L'AEROPORTO, NON LA COMPAGNIA AEREA, RISPONDE DEI DANNI SUBITI DAI PASSEGGERI SULL'AUTOMEZZO CHE LI PORTA ALL'AEREO PER L'IMBARCO - Non si applica la convenzione di Varsavia (Cassazione Sezione Terza Civile n. 12015 del 25 settembre 2001, Pres. Duva, Rel. Vittoria).


 
IL CITTADINO PUÒ CHIEDERE ALLO STATO IL RISARCIMENTO DEL DANNO PER RESPONSABILITÀ DEL MAGISTRATO IN CASO DI GRAVI VIOLAZIONI DI LEGGE DETERMINATE DA ERRORI MACROSCOPICI E DA NEGLIGENZE ASSOLUTAMENTE INGIUSTIFICABILI - Quando cioè vi sia una manipolazione arbitraria del testo legislativo e si sconfini nel diritto libero (Cassazione Sezione Prima Civile n. 11880 del 20 settembre 2001, Pres. Greco, Rel. Luccioli).


 
LA CASSAZIONE DEVE ESSERE FEDELE AI SUOI PRECEDENTI - Per assicurare l'uniforme interpretazione della legge (Cassazione Sezione Lavoro n. 9336 del 10 luglio 2001, Pres. Trezza, Rel. Evangelista).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 10 di 31

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca