Home arrow INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Informazione e comunicazione:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE




articoli archiviati per il 2000


DEFINIRE "SEGRETARIA TUTTOFARE" LA COLLABORATRICE DI UN MINISTRO, SULLA BASE DI NOTIZIE GIORNALISTICHE, NON COSTITUISCE ESERCIZIO DEL DIRITTO DI CRONACA - La verità dell'informazione deve essere controllata (Cassazione Sezione Quinta Penale n. 13175 del 18 dicembre 2000, Pres. Lacanna, Rel. Nappi).


 
IL CRONISTA NON PUÒ DARE NOTIZIA DI INESISTENTI SVILUPPI DELLE INDAGINI IN SEDE PENALE A CARICO DI UNA PERSONA, BASANDOSI SU IPOTESI E RICOSTRUZIONI DEI FATTI DA LUI AUTONOMAMENTE FORMULATE - Egli deve limitarsi a riferire e a commentare l'attività investigativa o giudiziaria in corso (Cassazione Sezione Quinta Penale n. 12194 del 28 novembre 2000, Pres. Foscarini, Rel. Calabrese).


 
PUBBLICAZIONE DI FOTO FATTE A UN'ATTRICE CINEMATOGRAFICA MENTRE PRENDEVA IL SOLE NELLA PISCINA DELLA SUA VILLA - Costituisce interferenza illecita nella sua vita privata (Tribunale Civile di Milano, sentenza n. 12703 del 23 novembre 2000, Est. Migliaccio).


 
CANCELLATO DAL CODICE PENALE IL REATO DI VILIPENDIO DELLA RELIGIONE CATTOLICA - Per contrasto con i principi di eguaglianza e di libertà religiosa (Corte Costituzionale n. 508 del 20 novembre 2000, Pres. Mirabelli, Red. Zagrelbesky).


 
LA MOTIVAZIONE DELLA DECISIONE DEL CONSIGLIO DELL'ORDINE DEI GIORNALISTI DELLA LOMBARDIA CHE HA RADIATO DALL'ALBO VITTORIO FELTRI PER AVER RIPORTATO NEL SUO GIORNALE IMMAGINI DI PEDOFILIA - Ritenuta non giustificabile la pubblicazione di foto raccapriccianti (Delibera del 20 novembre 2000, Pres. Est. Abruzzo).


 
LA CRITICA E LA SATIRA NON DEVONO DEGENERARE NELL'INSULTO GRATUITO - Va rispettato il limite della continenza nella forma espositiva (Sezione Terza Civile n. 14485 del 7 novembre 2000, Pres. Iannotta, Rel. Lupo).


 
IL GIORNALISTA PUÒ DARE NOTIZIA ANCHE DI INSINUAZIONI, ACCOSTAMENTI E SOSPETTI CONTENUTI IN UN ATTO UFFICIALE E RAGIONEVOLMENTE FONDATI - Esiste, oltre alle verità oggettiva dei fatti anche quella putativa o psicologica (Cassazione Sezione Terza Civile n. 14334 del 2 novembre 2000, Pres. Iannotta, Rel. Marrone).


 
L'AZIONE PER OTTENERE IL RISARCIMENTO DEL DANNO CAUSATO DA DIFFAMAZIONE INTERNAZIONALE A MEZZO STAMPA DEVE ESSERE PROMOSSA NELLO STATO IN CUI SI È VERIFICATO L'EVENTO DANNOSO - Ossia dove il periodico è stato edito o distribuito (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 1141 del 27 ottobre 2000, Pres. Vela, Rel. Olla).


 
ANTISINDACALE IL COMPORTAMENTO DI UN'EMITTENTE TELEVISIVA CHE UTILIZZA COME DIPENDENTI I SOCI DI UNA COOPERATIVA APPALTATRICE DEI SERVIZI GIORNALISTICI - Per mancato rispetto degli obblighi di informazione previsti dalla legge n. 223 del 1991 in occasione di una riduzione del personale e per l'eliminazione di lavoratori rimasti fedeli al sindacato (Tribunale di Bari, Sezione Lavoro, ordinanza del 20 ottobre 2000, Est. Arbore).


 
DEFINIRE UN DISC JOCKEY "SBALLATO" PUÒ COSTITUIRE DIFFAMAZIONE - La critica non deve trascendere nel dileggio e nella contumelia personale (Cassazione Sezione Quinta Penale n. 10119 del 25 settembre 2000, Pres. Lacanna, Rel. Amato).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 10 di 21

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca