Home arrow FAMIGLIA
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Famiglia:
 
2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
FAMIGLIA




articoli archiviati per il 2000


GLI ONERI DERIVANTI AL CONIUGE DIVORZIATO PER LA FORMAZIONE DI UNA NUOVA FAMIGLIA NON GIUSTIFICANO LA RIDUZIONE DELL'ASSEGNO DA LUI DOVUTO PER IL MANTENIMENTO DEI FIGLI NATI DALLA PRECEDENTE UNIONE - Perché derivano da una scelta e non da una necessità (Cassazione Sezione Prima Civile n. 15065 del 22 novembre 2000, Pres. Reale, Rel. Luccioli).


 
NON È IRRAGIONEVOLE, E QUINDI DEVE RITENERSI CONFORME ALLA COSTITUZIONE, IL MANCATO RICONOSCIMENTO, DA PARTE DEL LEGISLATORE, DEL DIRITTO DEL CONVIVENTE MORE UXORIO ALLA PENSIONE DI REVERSIBILITÀ - Non è ravvisabile la violazione degli artt. 2 e 3 della Costituzione (Corte Costituzionale n. 461 del 3 novembre 2000, Pres. Mirabelli, Red. Marini).


 
L'ASSEGNO STABILITO IN OCCASIONE DEL DIVORZIO PUÒ ESSERE MODIFICATO IN BASE AD UNA NUOVA VALUTAZIONE COMPARATIVA DELLA SITUAZIONE DELLE PARTI - Il decreto della Corte d'Appello che decide sul reclamo proposto contro la decisione del Tribunale è impugnabile in cassazione solo per violazione di legge (Cassazione Sezione Prima Civile n. 13783 del 17 ottobre 2000, Pres. Rocchi, Rel. Felicetti).


 
L'EREDE UNICO PROPRIETARIO DEL SEPOLCRO DI FAMIGLIA NON PUÒ IMPEDIRE CHE VI SIANO COLLOCATI ALTRI DISCENDENTI DEL FONDATORE - La sepoltura spetta "jure sanguinis" (Cassazione Sezione Seconda Civile n. 12957 del 29 settembre 2000, Pres. Garofano, Rel. Cristarella Orestano).


 
L'ALLONTANAMENTO DEL CONIUGE DAL DOMICILIO, PER UNIRSI A UN ALTRO PARTNER, PUÒ CONFIGURARE IL REATO DI VIOLAZIONE DEGLI OBBLIGHI DI ASSISTENZA - Anche se l'infedeltà non è punibile (Cassazione Sezione Sesta Penale n. 9440 del 5 settembre 2000, Pres. Troiani, Rel. Leonasi).


 
RESPONSABILITÀ PENALE DEI GENITORI PER LA SINDROME DEPRESSIVA CAUSATA DALLA LORO FIGLIA A UN VICINO CON SALTI RIMBOMBANTI COMPIUTI ALL'INTERNO DELL'ABITAZIONE A FINI DI ALLENAMENTO SPORTIVO - Sono stati condannati per il reato di lesioni personali colpose, per non avere esercitato interventi correttivi (Cassazione Sezione Quarta Penale n. 7941 del 7 luglio 2000, Pres. Frangini, Rel. Olivieri).


 
ELIMINATA LA DISPARITÀ DI TRATTAMENTO TRA FIGLI LEGITTIMI E NATURALI IN MATERIA DI REVOCA DELLE DONAZIONI - Può essere attuata senza limiti di tempo in caso di sopravvenienza della prole (Corte Costituzionale n. 250 del 3 luglio 2000, Pres. Mirabelli, Red. Ruperto).


 
IN CASO DI DIVORZIO PER MANCATA CONSUMAZIONE DEL MATRIMONIO, IL CONIUGE RESPONSABILE DEL FALLIMENTO DELL'UNIONE NON HA DIRITTO AD ASSEGNI - Perché non si è costituita una comunione materiale e spirituale (Cassazione Sezione Prima Civile n. 8233 del 16 giugno 2000, Pres. Olla, Rel. Felicetti).


 
UNA TRANSAZIONE FRA CONIUGI PER LA DEFINIZIONE DI CONTROVERSIE PATRIMONIALI CON IL VERSAMENTO ALLA MOGLIE DI UN ASSEGNO MENSILE "VITA NATURAL DURANTE" NON PUÒ ESSERE CONSIDERATA COME UNA CONVENZIONE DIRETTA A PREDETERMINARE L'ASSEGNO DIVORZIALE - Conseguentemente non è colpita da nullità (Cassazione Sezione Prima Civile n. 8109 del 14 giugno 2000, Pres. Grieco, Est. Salmè).


 
L'OBBLIGO DI FEDELTÀ CONIUGALE COSTITUISCE UNA REGOLA DI CONDOTTA IMPERATIVA, OLTRECHÉ UNA DIRETTIVA MORALE DI PARTICOLARE VALORE SOCIALE - La sua violazione può essere eccezionalmente giustificata solo se in precedenza si sia determinata una crisi del rapporto coniugale (Cassazione Sezione Prima Civile n. 7859 del 9 giugno 2000, Pres. Reale, Rel. Panebianco).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 10 di 25

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca