Home arrow LAVORO
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Lavoro:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
Lavoro




articoli archiviati per il 2008




LE DIMISSIONI SOTTO MINACCIA DI LICENZIAMENTO IN TRONCO POSSONO ESSERE ANNULLATE PER VIZIO DELLA VOLONTA' - Se la minaccia è ingiusta (Cassazione Sezione Lavoro n. 24405 del 2 ottobre 2008, Pres. De Luca, Rel. Cuoco).


 
IL CLAMORE CAUSATO DAL RINVIO A GIUDIZIO DI UN DIRIGENTE CON L'IMPUTAZIONE DI CORRUZIONE NON E' SUFFICIENTE A GIUSTIFICARNE IL LICENZIAMENTO - Se non è stata accertata la sua colpevolezza (Cassazione Sezione Lavoro n. 24407 del 2 ottobre 2008, Pres. Sciarelli, Rel. Curcuruto).


 
IL LICENZIAMENTO DI UNA DIRIGENTE COMUNALE RESASI SGRADITA PER IL SUO SPIRITO DI INDIPENDENZA POLITICA CONFIGURA IL REATO DI ABUSO D'UFFICIO - In base all'art. 323 cod. pen. (Cassazione Sezione Sesta Penale n. 37354 del 1 ottobre 2008, Pres. Di Virginio, Rel. Milo).


 
IL LAVORATORE AUTONOMO CON INCARICO DI DURATA DETERMINATA HA DIRITTO DI RECEDERE DAL CONTRATTO PER GIUSTA CAUSA E DI OTTENERE IL RISARCIMENTO DEL DANNO - Non si applica l'art. 2237 cod. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 24367 del 1 ottobre 2008, Pres. Mattone, Rel. Balletti).


 
LA PRESCRIZIONE DEL DIRITTO AL RISARCIMENTO DEL DANNO DA CONTAGIO COMINCIA A DECORRERE QUANDO IL DANNEGGIATO HA LA PIENA CONSAPEVOLEZZA DI QUANTO ACCADUTOGLI - In base all'art. 2947 cod. civ. (Cassazione Sezione Terza Civile n. 24343 del 30 settembre 2008, Pres. Marrone, Rel. Lanzillo).


 
PER GLI IMPIEGATI NON DIRETTIVI LA DURATA DEL PERIODO DI PROVA NON PUÒ SUPERARE TRE MESI - In base al R.D.L. n. 1825/24 (Cassazione Sezione Lavoro n. 24282 del 29 settembre 2008, Pres. Sciarelli Rel. Curcuruto).


 
IL RISARCIMENTO DEL DANNO DOVUTO AL LAVORATORE PER ILLEGITTIMITA' DEL TERMINE APPOSTO ALL'ASSUNZIONE NON PUO' ESSERE LIMITATO IN BASE A VALUTAZIONI PROBABILISTICHE - Sulla possibilità di trovare una nuova occupazione (Cassazione Sezione Lavoro n. 24294 del 29 settembre 2008, Pres. Sciarelli, Rel. Ianniello).


 
UN RAPPORTO DI LAVORO NATO A TEMPO PARZIALE PUÒ TRASFORMARSI IN RAPPORTO A TEMPO PIENO - Per il comportamento delle parti, senza necessità di atti formali (Cassazione Sezione Lavoro n. 25891 del 29 settembre 2008, Pres. De Luca, Rel. Bandini).


 
ANCHE LA CORTE DI GENOVA SOLLEVA LA QUESTIONE DI LEGITTIMITA' COSTITUZIONALE DELL'ARTICOLO 4 BIS DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 368/2001, IN MATERIA DI LAVORO A TERMINE - Con riferimento agli articoli 3 e 117 della Costituzione, in relazione all'art. 6 della Convenzione per la Salvaguardia dei Diritti dell'Uomo (Ordinanza del 26 settembre 2008, Pres. Meloni, Rel. Ravera - Sintesi e testo integrale della decisione).


 
QUESTIONI DI LEGITTIMITA' COSTITUZIONALE SOLLEVATE DAL TRIBUNALE DI ROMA SUL DECRETO LEGISLATIVO N. 368 DEL 2001 IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO - Con riferimento agli articoli 3, 24, 76, 77, 101, 102, 104 e 117 della Costituzione (Tribunale di Roma, Sezione Lavoro ordinanza del 26 settembre 2008, Giudice Dario Conte - Sintesi e testo integrale del provvedimento).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 61 - 70 di 237

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca