Home arrow LAVORO
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Lavoro:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
Lavoro




articoli archiviati per il 2008




LA CESSAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO PER APPLICAZIONE DI UNA CLAUSOLA DI RISOLUZIONE AUTOMATICA NULLA NON CONFIGURA LICENZIAMENTO - Il rapporto prosegue (Cassazione Sezione Lavoro n. 27158 del 14 novembre 2008, Pres. Sciarelli, Rel. De Renzis).


 
LA REGISTRAZIONE DI UNA CONVERSAZIONE TELEFONICA PUO' ESSERE UTILIZZATA COME PROVA PER DIMOSTRARE LA NON VERIDICITA' DI UNA DEPOSIZIONE TESTIMONIALE - Anche se si tratta di prova assunta fuori dal dibattimento (Cassazione Sezione Lavoro n. 27157 del 14 novembre 2008, Pres. Mattone, Rel. De Matteis).


 
IL DIRITTO A PERCEPIRE L'INDENNITA' DI TRASFERIMENTO PREVISTA DAL CONTRATTO COLLETTIVO SI PRESCRIVE IN DIECI ANNI - In base all'art. 2946 cod. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 27021 del 12 novembre 2008, Pres. Ianniruberto, Rel. Stile).


 
IL LAVORATORE SUBORDINATO HA DIRITTO AL RISARCIMENTO DEL DANNO NON PATRIMONIALE DERIVATOGLI DALL'INADEMPIENZA DELL'AZIENDA ALL'OBBLIGO DI RISPETTARE LA SUA PERSONALITA' - In base all'art. 2087 cod. civ. e alla Costituzione (Cassazione Sezioni Unite Civili nn. 26972, 26973, 26974 e 26975 dell'11 novembre 2008, Pres. Carbone, Rel. Preden).


 
IL DANNO NON PATRIMONIALE E' RISARCIBILE ANCHE QUANDO NON E' PRODOTTO DA UN REATO, MA DA UN'INADEMPIENZA CONTRATTUALE – IN CASO DI VIOLAZIONE DI DIRITTI DELLA PERSONALITA' TUTELATI DALLA COSTITUZIONE - Non può farsi ricorso al concetto di danno esistenziale per risarcire pregiudizi "bagatellari" alla qualità della vita (Cassazione Sezioni Unite Civili nn. 26972, 26973, 26974 e 26975 dell'11 novembre 2008, Pres. Carbone, Rel. Preden).


 
IL DISAGIO NELLE RELAZIONI SESSUALI, LA ROTTURA DEL VINCOLO FAMILIARE, LA CONSAPEVOLEZZA DELLA PROSSIMITA' DELLA MORTE, LA SOFFERENZA PER MANCANZA DI MEZZI ECONOMICI NELL'ATTESA DI UN RISARCIMENTO, IL FASTIDIO PER RUMORI ECCEDENTI LA NORMALE TOLLERABILITA' NON CONFIGURANO IL "DANNO ESISTENZIALE" MA SONO RISARCIBILI COME DANNI NON PATRIMONIALI - Da accertarsi anche in via presuntiva (Cassazione Sezioni Unite Civili nn. 26972, 26973, 26974 e 26975 dell'11 novembre 2008, Pres. Carbone, Rel. Preden).


 
LA NUOVA NORMATIVA SUI CONTRATTI A TERMINE, RECATA DALLA LEGGE N. 133 DEL 2008 E' RIFERIBILE SOLO AI GIUDIZI IN CORSO PER VIOLAZIONE DEGLI ARTICOLI 1, 2 E 4 DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 368 DEL 2001 - Non concerne altre ipotesi (Cassazione Sezione Lavoro n. 26935 del 10 novembre 2008, Pres. De Luca, Rel. Nobile).


 
DEVE ESSERE ANNULLATO IL LICENZIAMENTO INTIMATO PER MANCATA ESECUZIONE, DA PARTE DEL LAVORATORE, DI UN TRASFERIMENTO ILLEGITTIMO - In base all'art. 1460 cod. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 26920 del 10 novembre 2008, Pres. Senese, Rel. Stile).


 
L'INGIURIOSITA' DEL LICENZIAMENTO E' DETERMINATA DALLA FORMA E DALLA PUBBLICITA' DEL PROVVEDIMENTO - Non dalla sua infondatezza (Cassazione Sezione Lavoro n. 26590 del 5 novembre 2008, Pres. Ravagnani, Rel. Mammone).


 
SOLLEVATA ANCHE DALLA CORTE D'APPELLO DI MILANO LA QUESTIONE DI LEGITTIMITA' COSTITUZIONALE DELLA NUOVA NORMATIVA SUI CONTRATTI A TERMINE - Con riferimento ad assunzioni nel settore della grande distribuzione (Corte d'Appello di Milano ordinanza del 28 ottobre 2008, Pres. Salmeri, Rel. Trogni - Sintesi e testo integrale).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 31 - 40 di 237

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca