Home arrow LAVORO
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Lavoro:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
Lavoro




articoli archiviati per il 2004




NELL'ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE È UTILIZZABILE IL CRITERIO DELLA PROBABILITÀ - Per la ricerca del nesso di causalità fra la condotta del professionista e l'evento (Cassazione Sezione Lavoro n. 21189 del 5 novembre 2004, Pres. Nicastro, Rel. Perconte Licatese).


 
L'INDENNITÀ DI MATERNITÀ SPETTA ALLA LAVORATRICE DISOCCUPATA ANCHE PER IL PERIODO ECCEDENTE I LIMITI PREVISTI PER L'INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE - A tutela del benessere della madre e del bambino (Cassazione Sezione Lavoro n. 21218 del 5 novembre 2004, Pres. Mileo, Rel. Cataldi).


 
L'ASSUNZIONE A TERMINE, DA PARTE DELLA RAI, DI UN'IMPIEGATA PER UN PROGRAMMA DI CONTENUTO GENERICO, COME "MATTINA DUE", NON ERA CONSENTITA DALLA LEGGE N. 230 DEL 1962 - Per mancanza del requisito di specificità (Cassazione Sezione Lavoro n. 21217 del 5 novembre 2004, Pres. Mattone, Rel. Maiorano).


 
L'IMPRENDITORE È TENUTO AL RISARCIMENTO DEL DANNO PER INFORTUNI SUL LAVORO ANCHE SE L'INSTALLAZIONE DEI DISPOSITIVI DI SICUREZZA SIA STATA DA LUI AFFIDATA AD ALTRA IMPRESA - Il dipendente deve essere informato e controllato (Cassazione Sezione Lavoro n. 18603 del 5 dicembre 2003, Pres. Sciarelli, Rel. Vidiri).


 
IN CASO DI IMPUGNAZIONE DI UN LICENZIAMENTO INDIVIDUALE MOTIVATO CON RIFERIMENTO AD ESIGENZE ORGANIZZATIVE, AL GIUDICE SPETTA IL CONTROLLO DELLA REALE SUSSISTENZA DEL MOTIVO - Egli non può tuttavia sindacare la scelta dei criteri di gestione dell'impresa (Cassazione Sezione Lavoro n. 21121 del 4 novembre 2004, Pres. Mattone, Rel. Stile).


 
LA DETERMINAZIONE DEL RISARCIMENTO DEL DANNO MORALE IN MISURA DI UNA FRAZIONE DEL DANNO BIOLOGICO PUÒ ESSERE RITENUTA LEGITTIMA - Purché il giudice dimostri di aver tenuto conto delle circostanze del caso concreto (Cassazione Sezione Terza Civile n. 20814 del 27 ottobre 2004, Pres. Giuliano, Rel. Segreto).


 
IL RISARCIMENTO DEL DANNO PREVIDENZIALE PUÒ ESSERE CHIESTO QUANDO IL DIRITTO DELL'INPS AI CONTRIBUTI SI È PRESCRITTO OPPURE QUANDO SI RAGGIUNGE L'ETÀ PENSIONABILE - Transazioni preventive in materia non sono efficaci (Cassazione Sezione Lavoro n. 20686 del 25 ottobre 2004, Pres. Prestipino, Rel. Cataldi).


 
UN ARCHITETTO CHE ABBIA CONCLUSO CON UN COMUNE UN CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PUÒ ESSERE RITENUTO DIPENDENTE IN BASE ALLE MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLA PRESTAZIONE LAVORATIVA - La qualificazione del rapporto non è determinante (Cassazione Sezione Lavoro n. 20669 del 25 ottobre 2004, Pres. Mileo, Rel. Curcuruto).


 
ANCHE I SINDACATI CHE NON ABBIANO SOTTOSCRITTO CONTRATTI DI LAVORO APPLICABILI NELL'UNITÀ PRODUTTIVA POSSONO COSTITUIRE RAPPRESENTANZE AZIENDALI - Ma non fruiscono delle prerogative previste dal titolo III dello Statuto dei lavoratori (Cassazione Sezione Lavoro n. 20695 del 25 ottobre 2004, Pres. Mercurio, Rel. Maiorano).


 
IL PUBBLICO IMPIEGATO CHE SVOLGA MANSIONI SUPERIORI A QUELLE PREVISTE PER LA SUA QUALIFICA HA DIRITTO AL CORRISPONDENTE TRATTAMENTO ECONOMICO - Ma non alla promozione automatica (Cassazione Sezione Lavoro n. 20692 del 25 ottobre 2004, Pres. Mileo, Rel. Toffoli).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 21 - 30 di 211

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca