Home arrow LAVORO
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Lavoro:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
Lavoro




articoli archiviati per il 2003




IL DANNO NON PATRIMONIALE PUÒ ESSERE RISARCITO ANCHE NEL CASO DI INESISTENZA DI UN REATO - Quando siano stati lesi interessi garantiti dalla Costituzione (Corte Costituzionale sentenza n. 233 dell'11 luglio 2003, Pres. Chieppa, Red. Marini).


 
I PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI DISPOSTI DA AZIENDE ESERCENTI IL PUBBLICO SERVIZIO DI TRASPORTO DEVONO ESSERE IMPUGNATI DAVANTI AL GIUDICE AMMINISTRATIVO - Anche dopo la contrattualizzazione del pubblico impiego (Cassazione Sezioni Unite Civili ordinanza n. 10900 del 10 luglio 2003, Pres. Ianniruberto, Rel. Evangelista).


 
LE MISURE DI ATTUAZIONE DI UN PROVVEDIMENTO CAUTELARE CONCERNENTE OBBLIGHI DI FARE NON SONO SUSCETTIBILI DI OPPOSIZIONE AGLI ATTI ESECUTIVI - Non si tratta di un procedimento di esecuzione (Tribunale Civile di Roma, Sezione Quarta Civile ordinanza dell'8 luglio 2003, Giudice Dott. Federico Salvati).


 
I LAVORATORI ADDETTI ALLE SALE GIOCHI NON APPARTENGONO AL SETTORE DELLO SPETTACOLO - I contributi previdenziali devono essere versati all'Inps e non all'Enpals (Cassazione Sezione Lavoro n. 10308 del 28 giugno 2003, Pres. Putaturo Donati V., Rel. Cuoco).


 
IL LAVORATORE LICENZIATO PER INIDONEITÀ FISICA AL LAVORO HA DIRITTO AL PREAVVISO - Non si verifica una risoluzione immediata del rapporto (Cassazione Sezione Lavoro n. 10272 del 27 giugno 2003, Pres. Mileo, Rel. Giacalone).


 
IL DATORE DI LAVORO DEVE VERSARE ALL'INPS I CONTRIBUTI PER MALATTIA, ANCHE SE PER CONTRATTO COLLETTIVO SI SIA OBBLIGATO A CORRISPONDERE AI DIPENDENTI MALATI L'INTERA RETRIBUZIONE - Non si applica l'esonero previsto dal regime corporativo (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 10232 del 27 giugno 2003, Pres. Grieco, Rel. Roselli).


 
LA REVOCA DELL'INCARICO DI SEGRETARIO COMUNALE DEVE ESSERE IMPUGNATA DAVANTI AL GIUDICE ORDINARIO - Anche se si configura un rapporto organico, oltre a quello di pubblico impiego (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 10207 del 26 giugno 2003, Pres. Corona, Rel. Morelli).


 
UN GIORNALISTA INVIATO SPECIALE CON BASE PRESSO LA PROPRIA ABITAZIONE, IN LOCALITÀ DIVERSA DALLA SEDE DEL GIORNALE, NON PUÒ ESSERE TRASFERITO PRESSO LA REDAZIONE CENTRALE SENZA COMPROVATE RAGIONI ORGANIZZATIVE - Si applica la tutela prevista dall'art. 2103 cod. civ. (Tribunale Civile di Roma, Sezione Lavoro, ordinanza del 24 giugno 2003, Giudice Dott. Massimo Pagliarini).


 
L'INADEMPIENZA AL PATTO DI CONSERVAZIONE DEI POSTI DI LAVORO, CONCLUSO IN OCCASIONE DELLA CESSIONE DI UN PACCHETTO AZIONARIO, PUÒ ESSERE DENUNCIATA DAI DIPENDENTI LICENZIATI DAVANTI AL GIUDICE DEL LAVORO - Per la validità del contratto a favore di terzo deve però sussistere l'interesse di chi si obbliga (Cassazione Sezione Lavoro n. 9973 del 23 giugno 2003, Pres. Senese, Rel. La Terza).


 
ANCHE NELLA DETERMINAZIONE DELLA DURATA DELL'APPRENDISTATO SI DEVE TENER CONTO DEL CONTRATTO COLLETTIVO APPLICABILE IN BASE ALL'ART. 36 DELLA COSTITUZIONE - Per le conseguenze di natura retributiva (Cassazione Sezione Lavoro n. 9964 del 23 giugno 2003, Pres. Senese, Rel. Stile).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 91 - 100 di 219

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca