Home arrow LAVORO
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Lavoro:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
Lavoro




articoli archiviati per il 1999




IL GIUDICE PUÒ DETERMINARE IN VIA PRESUNTIVA GLI UTILI DELL'IMPRESA FAMILIARE - Quando i dati contabili presentino anomalie tali da far ritenere che vi sia stata evasione fiscale (Cassazione Sezione Lavoro n. 11921 del 22 ottobre 1999, Pres. Delli Priscoli, Rel. Miani Canevari).


 
ESECUZIONE FORZATA DELL'ORDINE DI REINTEGRAZIONE DEL RAPPRESENTANTE SINDACALE LICENZIATO - In base all’art. 28 dello Statuto dei Lavoratori (Tribunale di Roma Sezione Lavoro 22 ottobre 1999, Est. Buonassisi).


 
LA DEQUALIFICAZIONE COSTITUISCE UN DANNO IN SÈ, IL CUI RISARCIMENTO DEVE ESSERE DETERMINATO ANCHE IN VIA EQUITATIVA - A meno che il cambiamento in peggio delle mansioni sia avvenuto con il consenso del lavoratore, per tutelare la sua occupazione (Cassazione Sezione Lavoro n. 11727 del 18 ottobre 1999, Pres. Lanni, Rel. Mazzarella).


 
LA DECISIONE DEL GIUDICE DI PACE CHE HA CONDANNATO L'ENEL ALLA RESTITUZIONE DELLE "QUOTE PREZZO" INDEBITAMENTE RISCOSSE NON È RICORRIBILE DAVANTI ALLA SUPREMA CORTE PER VIOLAZIONE DEI PRINCIPI REGOLATORI DELLA MATERIA - Perché è stata pronunciata secondo equità (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 719 del 15 ottobre 1999, Pres. Zucconi Galli Fonseca, Rel. Finocchiaro).


 
NEL PROCEDIMENTO PER REPRESSIONE DI COMPORTAMENTO ANTISINDACALE, IL GIUDICE DELL'OPPOSIZIONE DEVE ASTENERSI SE HA DECISO LA CAUSA NELLA FASE SOMMARIA - Si deve evitare che il giudice ripercorra l’itinerario logico in precedenza seguito (Corte Costituzionale n. 387 del 15 ottobre 1999, Pres. Vassalli, Red. Chieppa).


 
PER LE CAUSE IN MATERIA DI "TELELAVORO" PRESTATO IN CONDIZIONI DI SUBORDINAZIONE, È COMPETENTE PER TERRITORIO IL GIUDICE DEL LUOGO OVE HA SEDE L'AZIENDA - E non quello del luogo ove risiede il lavoratore (Cassazione Sezione Lavoro n. 11586 del 14 ottobre 1999, Pres. Sciarelli, Rel. Filadoro).


 
ACCORDO FRA UNA SOCIETÀ CALCISTICA E I SUOI GIOCATORI PER LA CORRESPONSIONE DI UN PREMIO IN CASO DI ESITO POSITIVO DEL CAMPIONATO - E’ privo di effetti se non è stato sottoposto all’approvazione della Federazione Nazionale (Cassazione Sezione Lavoro n. 11462 del 12 ottobre 1999, Pres. Mileo, Rel. Figurelli).


 
SEMPLIFICAZIONE DEI CRITERI DA APPLICARE PER DISTINGUERE I LICENZIAMENTI COLLETTIVI DA QUELLI INDIVIDUALI - Attuata dalla legge 23 luglio 1991 n. 223 (Cassazione Sezione Lavoro n. 11455 del 12 ottobre 1999, Pres. De Tommaso, Rel. Vidiri).


 
IN CASO DI DESTINAZIONE A MANSIONI INFERIORI, IL LAVORATORE PUÒ OTTENERE LA CONDANNA DELL'AZIENDA AL CORRETTO ADEMPIMENTO DEL CONTRATTO MEDIANTE L'ASSEGNAZIONE DELLE PRECEDENTI MANSIONI - Non è invece applicabile lo strumento della reintegrazione previsto dall'art. 18 St. Lav. (Cassazione Sezione Lavoro n. 11479 del 12 ottobre 1999, Pres. Buccarelli, Rel. Miani Canevari).


 
I GIORNALISTI ADDETTI A UN'AGENZIA CHE FORNISCE ARTICOLI A GIORNALI QUOTIDIANI POSSONO ESSERE RITENUTI DIPENDENTI DEGLI EDITORI UTENTI DEL SERVIZIO - Se si verifica una situazione di interposizione illecita (Tribunale di Roma, Sezione Lavoro, I grado, n. 14552 del 21 settembre – 8 ottobre 1999, Est. Buonassisi).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 41 - 50 di 202

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca