Home arrow LAVORO arrow Fatto e diritto
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Fatto e diritto:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
Fatto e diritto




articoli archiviati per il 2004




IN CASO DI RIDUZIONE DI PERSONALE LA COMUNICAZIONE FINALE ALL'UFFICIO DEL LAVORO ED AI SINDACATI DEVE PRECISARE LE MODALITÀ CON LE QUALI SONO STATI APPLICATI I CRITERI DI SCELTA DEI LICENZIATI - Non è sufficiente la trasmissione di un elenco con l'indicazione dei dati personali dei lavoratori ritenuti in esubero e della loro collocazione in azienda (Cassazione Sezione Lavoro n. 23607 del 20 dicembre 2004, Pres. Ravagnani, Rel. Toffoli).


 
L'ALLONTANAMENTO COLLETTIVO DALL'AZIENDA PER PROTESTA CONTRO UNA MODIFICA DELL'ORARIO DI LAVORO PUÒ CONFIGURARE ESERCIZIO DEL DIRITTO DI SCIOPERO - Anche in mancanza di preventiva proclamazione da parte dell'organizzazione sindacale (Cassazione Sezione Lavoro n. 23552 del 17 dicembre 2004, Pres. Ianniruberto, Rel. Stile).


 
LA PRODUZIONE IN GIUDIZIO, DA PARTE DEL DIPENDENTE, DI FOTOCOPIE DI DOCUMENTI AZIENDALI NON CONTRASTA CON LA NORMATIVA CHE TUTELA IL DIRITTO ALLA RISERVATEZZA - In quanto necessarie per l'esercizio del diritto di difesa (Cassazione Sezione Lavoro n. 22923 del 7 dicembre 2004, Pres. Mileo, Rel. De Renzis).


 
NON È INCOSTITUZIONALE LA NORMA STATUTARIA DELL'EMILIA ROMAGNA CONCERNENTE IL RAPPORTO DI LAVORO DEL PERSONALE REGIONALE - Perché non consente alla legge regionale di interferire nella disciplina civilistica riservata alla legislazione statale (Corte Costituzionale n. 379 del 6 dicembre 2004, Pres. Onida, Red. De Siervo).


 
IL PATTO DI PROVA È NULLO SE L'AZIENDA HA GIÀ AVUTO MODO DI SPERIMENTARE IN PRECEDENZA L'IDONEITÀ DEL LAVORATORE - Per mancanza di causa (Cassazione Sezione Lavoro n. 22637 del 2 dicembre 2004, Pres. Ciciretti, Rel. Vigolo).


 
IL PATTO DI PROVA NON PUÒ ESSERE CONCORDATO SUCCESSIVAMENTE ALL'ASSUNZIONE - Esso deve essere inserito nel contratto iniziale (Cassazione Sezione Lavoro n. 22308 del 26 novembre 2004, Pres. Mattone, Rel. Filadoro).


 
LA VENDITA ANNUALE AL DIPENDENTE DI UN'AUTOVETTURA, SENZA PAGAMENTO DEL PREZZO, PUÒ COSTITUIRE UN "BENEFIT" DI NATURA RETRIBUTIVA - Con conseguente inclusione del suo controvalore nel trattamento di fine rapporto (Cassazione Sezione Lavoro n. 22264 del 25 novembre 2004, Pres. Ravagnani, Rel. Maiorano).


 
ANCHE UN PREMIO ANNUALE CORRISPOSTO AL DIPENDENTE NON DAL DATORE DI LAVORO, MA DA UN ALTRO SOGGETTO, PUÒ COSTITUIRE RETRIBUZIONE - Ai fini della applicazione dei contributi previdenziali (Cassazione Sezione Lavoro n. 22165 del 24 novembre 2004, Pres. Mileo, Rel. De Renzis).


 
IL DIRITTO ALLA SALUTE PREVALE SULL'OBBLIGO DI RESTARE A CASA NELLE ORE DELLA "FASCIA DI CONTROLLO" - L'allontanamento può essere giustificato da esigenze terapeutiche (Cassazione Sezione Lavoro n. 22065 del 23 novembre 2004, Pres. Senese, Rel. De Matteis).


 
LA QUALITÀ DI SOCIO DI MAGGIORANZA DI UNA SOCIETÀ DI CAPITALI NON È INCOMPATIBILE CON QUELLA DI DIPENDENTE DELLA STESSA SOCIETÀ - Se egli non esercita, di fatto e in esclusiva, i poteri di gestione (Cassazione Sezione Lavoro n. 21759 del 17 novembre 2004, Pres. Mileo, Rel. Curcuruto).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 10 di 107

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca