Home arrow LAVORO arrow In flash
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

In flash:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
In flash




articoli archiviati per il 2003




L'OBBLIGO DELL'INPS DI INFORMARE CORRETTAMENTE L'ASSICURATO SULLA SUA POSIZIONE PREVIDENZIALE HA NATURA CONTRATTUALE - In caso di errore che induca il dipendente a dimettersi, l'ente è tenuto al risarcimento del danno (Cassazione Sezione Lavoro n. 19340 del 17 dicembre 2003, Pres. Senese, Rel. Lamorgese).


 
IL DIVIETO DI RETROATTIVITÀ DELLA LEGGE NON HA PORTATA GENERALE - Esso è limitato alle norme penali (Cassazione Sezione Lavoro n. 18486 del 3 dicembre 2003, Pres. Senese, Rel. Morcavallo).


 
IL PRINCIPIO DELLA PARITÀ DI TRATTAMENTO NON OPERA NELLE MATERIE RISERVATE ALL'AUTONOMIA COLLETTIVA - Neanche per effetto delle regole di correttezza e buona fede (Cassazione Sezione Lavoro n. 18418 del 2 dicembre 2003, Pres. Mattone, Rel. Celentano).


 
PER OTTENERE IL RISARCIMENTO DEL DANNO DA RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE, IL CLIENTE DEVE PROVARE I DIFETTI O L'INADEGUATEZZA DELL'OPERA PRESTATA DAL PROFESSIONISTA - Oltre al rapporto causale con il danno verificatosi (Cassazione Sezione Seconda Civile n. 17871 del 24 novembre 2003, Pres. Vetta, Rel. Mensitier).


 
IL LICENZIAMENTO INTIMATO DA UN ORGANO SOCIETARIO PRIVO DI POTERI È INEFFICACE SIN QUANDO SOPRAGGIUNGA LA RATIFICA, CHE HA EFFETTO RETROATTIVO - In base all'art. 1399 cod. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 17461 del 18 novembre 2003, Pres. Senese, Rel. Maiorano).


 
IL LAVORATORE HA DIRITTO ALLA PROMOZIONE AUTOMATICA PER SVOLGIMENTO DI MANSIONI SUPERIORI ANCHE SE NON IN POSSESSO DEL TITOLO DI STUDIO PREVISTO DAL CONTRATTO COLLETTIVO - In base all'art. 2103 cod. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 17158 del 13 novembre 2003, Pres. Senese, Rel. D'Agostino).


 
IL RAPPORTO DI LAVORO CON LO STATO STRANIERO NON È SOTTRATTO ALLA GIURISDIZIONE NAZIONALE QUANDO SI TRATTI DI QUESTIONI PATRIMONIALI - E' esclusa l'interferenza nell'esercizio dei poteri sovrani di autorganizzazione (Cassazione Sezioni Unite n. 17079 del 12 novembre 2003, Pres. Grieco, Rel. Vidiri).


 
IL PUBBLICO IMPIEGATO PUÒ ESSERE CHIAMATO A RISPONDERE DAVANTI ALLA CORTE DEI CONTI DEL DANNO NON PATRIMONIALE RECATO ALLO STATO - Per lesione di immagine (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 17078 del 12 novembre 2003, Pres. Carbone, Rel. Marziale).


 
IN CASO DI "SOSTITUZIONE A CASCATA" DI UN ASSENTE CON DIRITTO ALLA CONSERVAZIONE DEL POSTO, LO SVOLGIMENTO DELLE MANSIONI SUPERIORI NON È UTILE PER IL CONSEGUIMENTO DELLA QUALIFICA - In base all'art. 2103 cod. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 16958 dell'11 novembre 2003, Pres. Senese, Rel. Stile).


 
PER LA DETERMINAZIONE DEL DANNO DA DEQUALIFICAZIONE PUÒ FARSI RIFERIMENTO ALLA PERDITA DI OPPORTUNITÀ DI CARRIERA, ALLA LESIONE DELL'IMMAGINE, ALLA SOFFERENZA FISIO-PSICHICA DEL LAVORATORE, ALL'ELEMENTO PSICOLOGICO DELLA CONDOTTA DEL DATORE DI LAVORO - In via equitativa (Cassazione Sezione Lavoro n. 16792 del 8 novembre 2003, Pres. Prestipino, Rel.Foglia).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 10 di 84

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca