Home arrow LAVORO arrow Fatto e diritto
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

Fatto e diritto:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
Fatto e diritto




articoli archiviati per il 1998




IL GIUDIZIO CIVILE DI IMPUGNAZIONE DI UN LICENZIAMENTO PER GIUSTA CAUSA NON PUÒ ESSERE SOSPESO IN ATTESA DELLA DEFINIZIONE DEL PROCESSO PENALE INIZIATO PER GLI STESSI FATTI - I due giudizi devono ritenersi autonomi (Cassazione Sezione Lavoro n. 12855 del 28 dicembre 1998, Pres. Rapone, Rel. Prestipino).


 
IL PRETORE PUÒ DISAPPLICARE, INCIDENTALMENTE, LE DECISIONI DELLA COMMISSIONE DI GARANZIA IN MATERIA DI SANZIONI PREVISTE DALLA LEGGE SULLO SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI - Nell’ambito di un procedimento promosso dai sindacati per repressione di comportamento antisindacale (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 12613 del 17 dicembre 1998, Pres. Bile, Rel. Genghini).


 
RELAZIONI CONTABILI SVOLTE MANUALMENTE DALL'IMPIEGATO PER LA DIREZIONE DELLA SOCIETÀ - Non possono configurare attività illecita, tale dovendosi ritenere l’occultamento di dati veri o l’inserimento di dati falsi nel bilancio ad opera degli amministratori (Cassazione Sezione Lavoro n. 12554 del 14 dicembre 1998, Pres. Rapone, Rel. Roselli).


 
LICENZIAMENTO PER IRREGOLARITÀ NELLA COMPILAZIONE DI UNA NOTA DI CREDITO - Può essere annullato per eccessività della sanzione ove si tratti di mancanze non dolose, dovute a grossolana imprudenza (Cassazione Sezione Lavoro n. 12022 del 26 novembre 1998, Pres. Sciarelli, Rel. Mercurio).


 
DESTINAZIONE DEL GIORNALISTA ARTICOLISTA AD ATTIVITÀ DI "CUCINA REDAZIONALE" - Comporta una dequalificazione (Ordinanza del Pretore di Roma, Sezione Lavoro 26 novembre 1998, Est. Martoni).


 
LA SUBORDINAZIONE SI PUÒ CONFIGURARE ANCHE NEL CASO DI SCRITTURA ARTISTICA, OVE IL CONTRATTO COMPORTI L'INSERIMENTO NELL'ORGANIZZAZIONE AZIENDALE DEL DATORE DI LAVORO - In particolare quando si tratti di prestazioni scarsamente creative come: alzarsi, ridere, scherzare, applaudire, cambiare posto, partecipare a giochi nell’ambito di un programma televisivo (Cassazione Sezione Lavoro n. 11885 del 23 novembre 1998, Pres. Dell’Anno, Rel. Putaturo Donati).


 
COMPORTAMENTO VIOLENTO TENUTO NEI CONFRONTI DI UN CAPO SQUADRA PER REAZIONE A MOLESTIE SESSUALI - Non configura insubordinazione e pertanto non giustifica il licenziamento (Cassazione Sezione Lavoro n. 12717 del 19 novembre 1998, Pres. Mattone, Rel. Cuoco).


 
ILLEGITTIMITÀ DELLA SOSPENSIONE DAL LAVORO E DEL COLLOCAMENTO IN CIGS PER INOSSERVANZA, DA PARTE DELL'AZIENDA, DEGLI OBBLIGHI DI INFORMAZIONE - In materia di criteri di scelta e di modalità della rotazione (Cassazione Sezione Lavoro n. 11263 del 9 novembre 1998, Pres. Lanni, Rel. Mattone).


 
LICENZIAMENTI ATTUATI PER RITORSIONE AD ATTIVITÀ SINDACALI - Devono essere dichiarati nulli anche se i lavoratori licenziati non abbiano incarichi formali nel sindacato (Cassazione Sezione Lavoro n. 11147 del 5 novembre 1998, Pres. Buccarelli, Rel. Mercurio).


 
ORDINANZA DI PRECETTAZIONE EMESSA PER ASSICURARE LO SVOLGIMENTO DEGLI SCRUTINI NELLE SCUOLE DURANTE UNO SCIOPERO DEGLI INSEGNANTI - Ritenuta illegittima perchè non preceduta dal tentativo di conciliazione (Cassazione Sezione I Civile n. 11109 del 5 novembre 1998, Pres. Sensale, Rel. Proto).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 10 di 82

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca