Home arrow LAVORO arrow In flash
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali

Archivio

In flash:
 
2013      2012      2011      2010      2009      2008      2007      2006      2005      2004      2003      2002      2001      2000      1999      1998      1997     
In flash




Scegli il mese e l'anno per visualizzare i relativi articoli archiviati o usa il menu Archivio sulla sinistra, che mostra le annate in cui vi sono articoli archiviati in questa sezione.




LA MENOMAZIONE DEL BENESSERE FISIOPSICHICO E RELAZIONALE NELL'ATTIVITA' SESSUALE RIENTRA NEL DANNO NON PATRIMONIALE - Categoria omnicomprensiva (Cassazione Sezione Terza Civile n. 17138 del 9 ottobre 2012, Pres. Trifone, Rel. Chiarini).


 
IN CASO DI LICENZIAMENTO INDIVIDUALE PER GENERICHE ESIGENZE DI RIDUZIONE DI PERSONALE, LA SCELTA DEVE RISPETTARE LE REGOLE DI CORRETTEZZA - A termini dell'art. 1175 cod. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 16743 del 2 ottobre 2012, Pres. Stile, Rel. Berrino).


 
LE DIMISSIONI POSSONO ESSERE CONSENSUALMENTE ANNULLATE - Con conseguente protrazione del rapporto di lavoro (Cassazione Sezione Lavoro n. 16649 del 1 ottobre 2012, Pres. Roselli, Rel. Tria).


 
IL TRASFERIMENTO DI AZIENDA NON SUSSISTE NEL CASO DI ESERCIZIO SUCCESSIVO, DA PARTE DI DUE IMPRESE, DELLA MEDESIMA ATTIVITA' - Senza alienazione del complesso dei beni (Cassazione Sezione Lavoro n. 16641 del 1 ottobre 2012, Pres. Vidiri, Rel. Garri).


 
IL CONTROVALORE DELL'USO DI UN'AUTOVETTURA DEVE ESSERE INCLUSO NELLA RETRIBUZIONE - Ai fini del calcolo del t.f.r. e dell'indennità sostitutiva del preavviso (Cassazione Sezione Lavoro n. 16636 del 1 ottobre 2012, Pres. Roselli, Rel. Amoroso).


 
LA TUTELA DEL POSTO DI LAVORO DELL'INVALIDO NON SI APPLICA IN CASO DI LICENZIAMENTO DISCIPLINARE - In base alla legge 12 marzo 1999 n. 68 (Cassazione Sezione Lavoro n. 15873 del 20 settembre 2012, Pres. Vidiri, Rel. Tria).


 
LA SCELTA, DA PARTE DEL GIUDICE, DI AMMETTERE O ESCLUDERE UNA CONSULENZA TECNICA, DEVE ESSERE ADEGUATAMENTE MOTIVATA - Pur rientrando nel suo potere discrezionale (Cassazione Sezione Lavoro n. 15651 del 18 settembre 2012, Pres. Lamorgese, Rel. Tria).


 
LA SOPPRESSIONE DI POSTO CHE GIUSTIFICA IL LICENZIAMENTO NON PUO' ESSERE MERAMENTE STRUMENTALE AD UN INCREMENTO DI PROFITTO - Deve essere diretta a fronteggiare situazioni sfavorevoli non contingenti (Cassazione Sezione Lavoro n. 15104 del 10 settembre 2012, Pres. Roselli, Rel. Balestrieri).


 
LA DEQUALIFICAZIONE PER UN BREVE PERIODO DI UN LAVORATORE CON QUALIFICA DIRIGENZIALE NON VALE A TRASFORMARLO IN PSEUDO DIRIGENTE - Ai fini della tutela contro il licenziamento (Cassazione Sezione Lavoro n. 14552 del 17 agosto 2012, Pres. Roselli, Rel. Berrino).


 
IL PRINCIPIO DI IMMUTABILITA' DELLA CONTESTAZIONE IN CASO DI LICENZIAMENTO NON PRECLUDE MODIFICHE PRIVE DI VALORE IDENTIFICATIVO - Che non ostacolino la difesa del lavoratore (Cassazione Sezione Lavoro n. 14235 dell'8 agosto 2012, Pres. Miani Canevari, Rel. Tricomi).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 41 - 50 di 1554

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca