Home arrow Archivi
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Archivi

IL DATORE DI LAVORO NON E' TENUTO A RINVIARE L'AUDIZIONE DEL LAVORATORE IN SEDE DISCIPLINARE - Tranne che la richiesta di rinvio sia adeguatamente motivata (Cassazione Sezione Lavoro n. 21026 del 27 novembre 2012, Pres. Roselli, Rel. Fernandes).


 
IL DOVERE DI ESCLUSIVITA' DELLA PRESTAZIONE LAVORATIVA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE SUSSISTE ANCHE PER IL LAVORO NELL'AZIENDA DI UN PARENTE - E' irrilevante che l'attività non sia retribuita (Cassazione Sezione Lavoro n. 20857 del 26 novembre 2012 Pres. Lamorgese, Rel. Arienzo).


 
DEVE RITENERSI SUPERATO IL CRITERIO DEL FRAZIONAMENTO DELLA GIURISDIZIONE IN MATERIA DI PUBBLICO IMPIEGO - In base al principio della tendenziale unitarietà (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 20726 del 23 novembre 2012, Pres. Preden, Rel. Amoroso).


 
IL DANNO DA DEMANSIONAMENTO E' ADEGUATAMENTE ACCERTATO CON RIFERIMENTO ALLA SOSTANZIALE INATTIVITA' E ALL'AVVILIMENTO DELLA PERSONALITA' MORALE - Liquidazione equitativa (Cassazione Sezione Lavoro n. 20762 del 23 novembre 2012, Pres. Roselli, Rel. Marotta).


 
IL PATTO DI DEMANSIONAMENTO DEVE ESSERE ANTERIORE O COEVO AL LICENZIAMENTO - Su tempestiva proposta del lavoratore (Cassazione Sezione Lavoro n. 20603 del 22 novembre 2012, Pres. Lamorgese, Rel. Venuti).


 
EFFETTIVITA' DELLA TUTELA DEL DIRITTO DI CREDITO PER RISARCIMENTO DEL DANNO DA LICENZIAMENTO ILLEGITTIMO - In base all'art. 18 St. Lav. (Cassazione Sezione Lavoro n. 20600 del 22 novembre 2012, Pres. Roselli, Rel. Bronzini).


 
E' AMMISSIBILE LA PRODUZIONE, NEL GIUDIZIO DAVANTI ALLA SUPREMA CORTE, DI DOCUMENTI COMPROVANTI L'ESISTENZA DI UN GIUDICATO ESTERNO - Non si applica il divieto posto dall'art. 372 cod. proc. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 20427 del 21 novembre 2012, Pres. De Renzis, Rel. Blasutto).


 
IL TRASFERIMENTO DEL RAMO D'AZIENDA PRESUPPONE CHE VENGANO CEDUTI I BENI MATERIALI DESTINATI ALL'ESERCIZIO DELL'IMPRESA - In base all'art. 2112 cod. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 20422 del 21 novembre 2012, Pres. Vidiri, Rel. Manna).


 
IL GIUDICE PUO' DECIDERE LA CONTROVERSIA IN BASE A UNA NORMA DIVERSA DA QUELLA INVOCATA DALLE PARTI - E con un'autonoma ricostruzione dei fatti (Cassazione Sezione Lavoro n. 20569 del 21 novembre 2012, Pres. Battimiello, Rel. Tria).


 
IN DIFETTO DI RICUSAZIONE LA VIOLAZIONE DELL'OBBLIGO DI ASTENERSI DA PARTE DEL GIUDICE CIVILE NON E' DEDUCIBILE IN SEDE DI IMPUGNAZIONE COME MOTIVO DI NULLITA' DELLA SENTENZA - Anche in seguito alla modifica dell'art. 111 Cost. (Cassazione Sezione Lavoro n. 20149 del 16 novembre 2012, Pres. Vidiri, Rel. Napoletano).


 
IL GIUDICE E' TENUTO AD ASTENERSI IN PRESENZA DI UN INTERESSE PROPRIO O DI UN PROSSIMO CONGIUNTO - In base all'art. 323 cod. pen. (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 19704 del 13 novembre 2012, Pres. Preden, Rel. Segreto).


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 45 - 55 di 4402

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca