Home
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Famiglia Stampa E-mail

LA PRESTAZIONE AL MINORE DELLA CURE MATERIALI ESSENZIALI DA PARTE DELLA FAMIGLIA DI ORIGINE NON E' SUFFICIENTE AD EVITARE LA DICHIARAZIONE DI ADOTTABILITA' - L'ambiente familiare deve essere in grado di garantire un equilibrato sviluppo della personalità (Cassazione Sezione Prima Civile n. 4503 del 28 marzo 2002, Pres. Saggio, Rel. Bonomo).

Lo stato di abbandono che giustifica la dichiarazione di adottabilità ricorre allorquando i genitori non sono in grado di assicurare al minore quel minimo di cure materiali, calore affettivo, aiuto psicologico indispensabile per lo sviluppo e la formazione della sua personalità e la situazione non sia dovuta a forza maggiore di carattere transitorio.

Il principio ispiratore della disciplina dell'adozione dei minori, secondo il quale il minore ha diritto di essere educato nella propria famiglia di origine, incontra i suoi limiti laddove questa non sia in grado di prestare - in via non transitoria - le cure necessarie, né di assicurare l'adempimento dell'obbligo di mantenere, educare ed istruire la prole, la quale viene, pertanto, a trovarsi in stato di abbandono. Questo non viene meno per il solo fatto che al minore vengano prestate le cure materiali essenziali da parte dei genitori o di taluno dei parenti entro il quarto grado, essendo necessario, in tal caso, accertare che l'ambiente familiare sia in grado di garantire un equilibrato ed armonioso sviluppo della personalità del minore.


Visite: 5784 | Preferiti (0)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca