Home
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Pubblicato in : Lavoro, In flash Stampa E-mail

IL COMPORTAMENTO CONFLITTUALE DEL DIPENDENTE PUO' CONFIGURARE ABUSO DI DIRITTO - Determinando un clima avvelenato in ufficio (Cassazione Sezione Lavoro n. 1248 del 25 gennaio 2016, Pres. Roselli, Rel. Bronzini).

Configura un "abuso di diritto" (figura oggi sancita anche in sede sovranazionale dall'art. 54 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea) e può legittimare il licenziamento il comportamento di un dipendente pubblico che proponga una pluralità di istanze, convocazioni, minacce di denunce in sede penale, dirette ad ottenere strumentalmente un trasferimento non spettante, determinando in ufficio un clima avvelenato e comportando l'utilizzazione di ingenti risorse umane per istruire le richieste.


Visite: 4715 | Preferiti (0)


 
< Precedente   Successivo >

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca