Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Ricerca per filtri arrow FAMIGLIA


Seleziona l'anno di pubblicazione

Filtra risultati per:

Risultati 1 - 10 di 170
Ordina per
Mostra # risultati



1. IL DIRITTO ALL'ISTRUZIONE DEL MINORE AUTISTICO DEVE RITENERSI FONDAMENTALE - Anche in base alla Convenzione delle Nazioni Unite del 13 dicembre 2006 (Consiglio di Stato Sezione Sesta n. 5428 del 1 dicembre 2015, Pres. Griffi, Est. Lopilato).
(Famiglia)

La madre e il padre di un bambino autistico in etĂ  di otto anni iscritto a una scuola primaria di Foligno hanno impugnato davanti al Tribunale regionale amministrativo per l'Umbria il provvedimento del dirigente dell'istituto che ha ridot...
01/12/2015 | 1357 Visite

2. L'ABBANDONO DELLA CASA FAMILIARE PUO' ESSERE GIUSTIFICATO DAL COMPORTAMENTO DELL'ALTRO CONIUGE - Che abbia reso intollerabile la prosecuzione della convivenza (Cassazione Sezione Sesta Civile I, n. 2539 del 5 febbraio 2014, Pres. Di Palma, Rel. Bisogni).
(Famiglia)

L'abbandono della casa familiare, che di per sé costituisce violazione di un obbligo matrimoniale e, conseguentemente, causa di addebito della separazione, in quanto porta alla impossibilità della convivenza, non concreta tale violazi...
05/02/2014 | 4407 Visite

3. ASSEGNO DIVORZILE - (Cassazione Sezione Prima Civile n. 2546 del 5 febbraio 2014, Pres. Luccioli, Rel. San Giorgio).
(Famiglia)

In tema di scioglimento del matrimonio e nella disciplina dettata dall'art. 5 della legge 1 dicembre 1970, n. 898, come modificato dall'art. 10 della legge 6 marzo 1987, n. 74, l'accertamento del diritto all'assegno di divorzio si articola in due f...
05/02/2014 | 3813 Visite

4. LA TUTELA RISARCITORIA SI APPLICA ANCHE ALL'INTERNO DELL'ISTITUTO FAMILIARE - Rispetto della dignità e della personalità (Cassazione Sezione Prima Civile n. 15481 del 20 giugno 2013, Pres. Luccioli, Rel. San Giorgio). 
(Famiglia)

Il principio di indefettibilità della tutela risarcitoria trova spazio applicativo anche all’interno dell’istituto familiare, pur in presenza di una specifica disciplina dello stesso, configurandosi la famiglia come sede di autor...
20/06/2013 | 5474 Visite

5. L'ACCERTAMENTO DEL DIRITTO ALL'ASSEGNO DIVORZILE VA EFFETTUATO VERIFICANDO L'INADEGUATEZZA DEI MEZZI DEL CONIUGE RICHIEDENTE - Raffrontati ad un tenore di vita analogo a quello avuto in costanza di matrimonio (Cassazione Sezione Prima Civile n. 11686 del 15 maggio 2013, Pres. Luccioli, Rel. Campanile).
(Famiglia)

L'accertamento del diritto all'assegno divorzile va effettuato verificando l'inadeguatezza dei mezzi del coniuge richiedente, raffrontati ad un tenore di vita analogo a quello avuto in costanza di matrimonio e che sarebbe presumibilmente proseguito...
15/05/2013 | 5551 Visite

6. IL CONVIVENTE MORE UXORIO HA DIRITTO ALLA TUTELA POSSESSORIA SULL'ABITAZIONE COMUNE - Formazione sociale tutelata dall'art. 2 Cost. (Cassazione Sezione Seconda Civile n. 7214 del 21 marzo 2013, Pres. Bursese, Rel. Giusti).
(Famiglia)

La convivenza more uxorio determina, sulla casa di abitazione ove si svolge e si attua il programma di vita in comune, un potere di fatto basato su un interesse proprio ben diverso da quello derivante da ragioni di mera ospitalitĂ ; conseguen...
21/03/2013 | 7464 Visite

7. LA RESPONSABILITA' SANITARIA PER OMESSA DIAGNOSI DI MALFORMAZIONI FETALI E CONSEGUENTE NASCITA INDESIDERATA SUSSISTE ANCHE NEI CONFRONTI DI FRATELLI E SORELLE DEL NASCITURO - Per danno non patrimoniale (Cassazione Sezione Terza Civile n. 16754 del 2 ottobre 2012, Pres. Amatucci, Rel. Travaglino).
(Archivi/Famiglia)

La responsabilitĂ  sanitaria per omessa diagnosi di malformazioni fetali e conseguente nascita indesiderata va estesa, oltre che nei confronti della madre nella qualitĂ  di parte contrattuale (ovvero di un rapporto da contatto sociale q...
02/10/2012 | 5643 Visite

8. AI FINI DELLA DICHIARAZIONE GIUDIZIALE DI PATERNITA' LA PROVA PUO' TRARSI ANCHE UNICAMENTE DAL COMPORTAMENTO DELLE PARTI - Da valutarsi globalmente (Cassazione Sezione Prima Civile n. 12971 del 24 luglio 2012, Pres. Luccioli, Rel. Acierno).
(Archivi/Famiglia)

Nel giudizio promosso per la dichiarazione giudiziale di paternità, la prova della fondatezza della domanda può trarsi anche unicamente dal comportamento processuale delle parti, da valutarsi globalmente, tenendo conto delle dichiaraz...
24/07/2012 | 5465 Visite

9. NELLE CAUSE DI DIVORZIO IL GIUDICE PUO' AVVALERSI DELLA POLIZIA TRIBUTARIA PER INDAGINI PATRIMONIALI - Per integrare le risultanze istruttorie (Cassazione Sezione Prima Civile n. 4551 del 22 marzo 2012, Pres. Carnevale, Rel. Bisogni).
(Archivi/Famiglia)

Ai fini della determinazione dell'assegno di mantenimento, in sede di scioglimento degli effetti civili del matrimonio, l'esercizio del potere del giudice che, ai sensi dell'art. 5, comma 9, della legge n. 898 del 1970, può disporre - d'uffi...
22/03/2012 | 5870 Visite

10. E' AMMISSIBILE L'AZIONE GIUDIZIARIA DIRETTA AD OTTENERE IL RISARCIMENTO DEL DANNO DA VIOLAZIONE DELL'OBBLIGO DI FEDELTA' CONIUGALE - Anche se non vi sia stata separazione con addebito (Cassazione Prima Sezione Civile n. 18853 del 15 settembre 2011, Pres. Luccioli, Rel. Felicetti).
(Archivi/Famiglia)

Mara G. ha promosso davanti al Tribunale di Savona un giudizio diretto ad ottenere la condanna del marito Paolo G. al risarcimento del danno biologico ed esistenziale causatole dalla violazione dei doveri nascenti dal matrimonio e, in particolare, ...
15/09/2011 | 5705 Visite

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>
  
Top

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca