Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Ricerca per filtri
Effettua la tua ricerca in base ai filtri che preferisci. Scegli la sezione, la categoria, l'anno di pubblicazione e filtra per una chiave a tua scelta. Se i risultati sono ancora troppi, potrai filtrare la ricerca per una ulteriore chiave.



Per utilizzare i motori di ricerca presenti su sito è necessario procedere alla registrazione.



ATTUALITA', OPINIONI E COMMENTI
DOCUMENTI
FAMIGLIA
GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI
INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE
LAVORO
Fatto e diritto, Il lavoro nel mondo, In flash
STUDI E CONVEGNI
 


Seleziona l'anno di pubblicazione

Filtra risultati per:

Risultati 191 - 200 di 5509
Ordina per
Mostra # risultati



191. IL GIUDICE NON DEVE CONFONDERE LE MASSIME DI ESPERIENZA CON LE MERE CONGETTURE - Il controllo della Suprema Corte (Cassazione Sezione Lavoro n. 10054 del 17 maggio 2016, Pres. Nobile, Rel. Manna).
(Lavoro/In flash)

Alla Corte Suprema spetta il sindacato sulle massime di esperienza adottate nella valutazione delle risultanze probatorie, nonché la verifica sulla correttezza logico-giuridica del ragionamento seguito e delle argomentazioni sostenute, s...
17/05/2016 | 5301 Visite

192. IL MERO INCARICO DI DIRETTORE RESPONSABILE DI UN PERIODICO NON COMPORTA DI PER SE' LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA' GIORNALISTICA - In base alla legge 8 febbraio 1948 (Cassazione Sezione Lavoro n. 10050 del 17 maggio 2016, Pres. Roselli, Rel. Mammone).
(Lavoro/In flash)

Il mero conferimento dell'incarico di direttore responsabile di un periodico, ai sensi dell'art. 3 della L. 8.02.48 n. 47, con la relativa indicazione dello stesso nel periodico, non comporta di per sé lo svolgimento dell'attività ...
17/05/2016 | 5180 Visite

193. IL DATORE DI LAVORO NON HA L'OBBLIGO DI CONTROLLARE ASSIDUAMENTE I PROPRI DIPENDENTI - Carattere fiduciario del rapporto (Cassazione Sezione Lavoro n. 10069 del 17 maggio 2016, Pres. Nobile, Rel. Manna).
(Lavoro/In flash)

Il datore di lavoro ha il potere, ma non l'obbligo, di controllare in modo continuo ed assiduo i propri dipendenti contestando loro immediatamente qualsiasi infrazione al fine di evitarne un possibile aggravamento: un obbligo siffatto, non prev...
17/05/2016 | 4436 Visite

194. IL GIUDICE DEVE VALUTARE LE PROVE SECONDO PRUDENTE APPREZZAMENTO - In base all'art. 116 cod. proc. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 10058 del 17 maggio 2016, Pres. Nobile, Rel. Spena).
(Giudici avvocati e processi)

Poiché l'art. 116 cod. proc. civ. prescrive come regola di valutazione delle prove quella secondo cui il giudice deve valutarle secondo prudente apprezzamento, a meno che la legge non disponga altrimenti, la sua violazione e, quindi, la d...
17/05/2016 | 6806 Visite

195. IL CONTRATTO COLLETTIVO DI SETTORE RAPPRESENTA IL PIU' ADEGUATO STRUMENTO PER DETERMINARE IL CONTENUTO DEL DIRITTO ALLA RETRIBUZIONE - Con esclusione dei compensi aggiuntivi (Cassazione Sezione Lavoro n. 10014 del 16 maggio 2016 Pres. Nobile, Rel. Lorito).
(Lavoro/In flash)

In tema di adeguamento della retribuzione ai sensi dell'art. 36 Cost., il giudice, anche se il datore di lavoro non aderisca ad alcuna delle organizzazioni sindacali che lo hanno sottoscritto, può assumere a parametro il contratto collett...
16/05/2016 | 5566 Visite

196. IL LAVORATORE CHE IMPUGNI IL LICENZIAMENTO PUO' MANIFESTARE LA DISPONIBILITA' AD ESSERE REINTEGRATO IN MANSIONI DEQUALIFICANTI - Dando indicazioni ai fini della ricollocazione (Cassazione Sezione Lavoro n. 10018 del 16 maggio 2016, Pres. Nobile, Rel. Di Paolantonio).
(Lavoro/Fatto e diritto)

Giacomina A. dipendente dell'Opera Don Orione è stata licenziata il 24.8.2012 perché affetta da patologie che non le consentivano di svolgere le mansioni di addetta alla cura dei piccoli ospiti della struttura cui era addetta. La l...
16/05/2016 | 6508 Visite

197. IN CASSAZIONE NON E' DATO CENSURARE L'INTERPRETAZIONE DEI CONTRATTI COLLETTIVI SENZA RIPORTARE NEL RICORSO LE NORME CONSIDERATE - Va inoltre depositato il testo integrale del documento (Cassazione Sezione Lavoro n. 10015 del 16 maggio 2016, Pres. Nobile, Rel. Lorito).
(Giudici avvocati e processi)

L'onere di depositare i contratti e gli accordi collettivi su cui il ricorso si fonda - imposto, a pena di improcedibilità, dall'art. 369, secondo comma, n. 4, cod. proc. civ., nella nuova formulazione di cui al d.lgs. 2 febbraio 2006 n. ...
16/05/2016 | 7134 Visite

198. AUTONOMA RISARCIBILITA' DEL DANNO MORALE, DISTINTO DA QUELLO BIOLOGICO - Per la gravità del fatto (Cassazione Sezione Lavoro n. 9913 del 13 maggio 2016 Pres. Bronzini, Rel. Boghetich).
(Lavoro/In flash)

Va confermata la più recente giurisprudenza (Cass. n. 11851/2015) che ponendosi in sostanziale contrario avviso rispetto a Cass. S.U. n. 26972/2008, ammette un'autonoma risarcibilità del danno morale - ove ricollegabile alla violaz...
13/05/2016 | 5137 Visite

199. IRRIDUCIBILITA' DELLA RETRIBUZIONE E PARITA' DI TRATTAMENTO IN CASO DI PASSAGGIO DI PERSONALE DA UN'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA AD UN'ALTRA - Assorbimento (Cassazione Sezione Lavoro n. 9738 del 12 maggio 2016 Pres. Roselli, Rel. Mammone).
(Lavoro/In flash)

In caso di passaggio di personale da un'amministrazione all'altra, il mantenimento del trattamento economico collegato al complessivo status posseduto dal dipendente prima del trasferimento opera nell'ambito, e nei limiti, della regola del riass...
12/05/2016 | 5597 Visite

200. LA PERDITA DI UNA "CHANCE" PRODUCE UN DANNO ATTUALE E RISARCIBILE - Prova presuntiva o calcolo di probabilità (Cassazione Sezione Lavoro n. 9758 del 12 maggio 2016, Pres. Napoletano, Rel. Boghetich).
(Lavoro/In flash)

Nella sfera di tutelabilità delle posizioni soggettive, possono ben essere comprese situazioni caratterizzate dalla potenzialità del pregiudizio, quale la perdita di "chances", poiché ai fini della sussistenza e de...
12/05/2016 | 5177 Visite

  
Top

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca