Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Ricerca per filtri
Effettua la tua ricerca in base ai filtri che preferisci. Scegli la sezione, la categoria, l'anno di pubblicazione e filtra per una chiave a tua scelta. Se i risultati sono ancora troppi, potrai filtrare la ricerca per una ulteriore chiave.



Per utilizzare i motori di ricerca presenti su sito Ŕ necessario procedere alla registrazione.



ATTUALITA', OPINIONI E COMMENTI
DOCUMENTI
FAMIGLIA
GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI
INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE
LAVORO
Fatto e diritto, Il lavoro nel mondo, In flash
STUDI E CONVEGNI
 


Seleziona l'anno di pubblicazione

Filtra risultati per:

Risultati 171 - 180 di 5509
Ordina per
Mostra # risultati



171. NEL CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO IL PREAVVISO NON HA EFFICACIA REALE - Può essere sostituito dall'indennità (Cassazione Sezione Lavoro (Cassazione Sezione Lavoro n. 12204 del 14 giugno 2016, Pres. Napoletano, Rel. Ghinoy).
(Lavoro/In flash)

Alla stregua di una interpretazione letterale e logico-sistematica dell'art. 2118 cod. civ., nel contratto di lavoro a tempo indeterminato il preavviso non ha efficacia reale - che comporta, in mancanza di accordo tra le parti circa la cessazion...
14/06/2016 | 4070 Visite

172. LA NUOVA DISCIPLINA DEL LICENZIAMENTO COLLETTIVO - Dopo la legge n. 92 del 2012 (Cassazione Sezione Lavoro n. 12095 del 13 giugno 2016, Pres. Venuti, Rel. Amendola).
(Lavoro/In flash)

In materia di licenziamento collettivo il comma 3 dell'art. 5 della L. n. 223 del 1991 ├Ę stato sostituito dall'art. 1, co. 46., L n. 92 del 2012, con il seguente testo: "Qualora il licenziamento sia intimato senza l'osservanza della ...
13/06/2016 | 4914 Visite

173. CAMBIAMENTO GIURISPRUDENZIALE IN MATERIA DI IMPUGNAZIONE DEL LICENZIAMENTO PER RAGIONI ORGANIZZATIVE - Il lavoratore non è tenuto a indicare la possibilità di reimpiego (Cassazione Sezione Lavoro n. 12101 del 13 giugno 2016, Pres. Venuti, Rel. Manna).
(Lavoro/In flash)

Va rimeditato l'antico orientamento giurisprudenziale della Suprema Corte secondo cui in materia di licenziamento per giustificato motivo oggettivo determinato da ragioni tecniche, organizzative e produttive, l'onere del datore di lavoro di prov...
13/06/2016 | 5860 Visite

174. NELLA COMUNICAZIONE DI APERTURA DELLA PROCEDURA DI CIGS OCCORRE ANZITUTTO SPECIFICARE I CRITERI PER L'INDIVIDUAZIONE DEI LAVORATORI DA SOSPENDERE - Secondo l'art. 1 L. n. 223/91 (Cassazione Sezione Lavoro n. 12089 del 13 giugno 2016, Pres. Napoletano, Rel. Riverso).
(Lavoro/In flash)

Secondo l'art. 1 comma 7 e 8 della legge 223/1991, nella procedura di Cigs, costituiscono oggetto dell'esame congiunto con le organizzazioni sindacali il programma che l'impresa intende attuare (comprendente la durata e il numero dei lavoratori ...
13/06/2016 | 4010 Visite

175. DAL MODELLO IPERPROTETTIVO A QUELLO COLLABORATIVO NEL SISTEMA ANTINFORTUNISTICO - Obblighi ripartiti (Cassazione Sezione Quarta Penale n. 24139 del 10 giugno 2016, Pres. Blaiotta, Rel. Montagni).
(Lavoro/In flash)

La giurisprudenza di legittimità ha specificato che, in tema di infortuni sul lavoro, il datore di lavoro, in quanto titolare di una posizione di garanzia in ordine all'incolumità fisica dei lavoratori, ha il dovere di accertarsi d...
10/06/2016 | 4661 Visite

176. IL PUBBLICO IMPIEGATO, IN CASO DI LICENZIAMENTO ILLEGITTIMO HA DIRITTO ANCHE ALLA REINTEGRAZIONE NEL POSTO DI LAVORO - In base all'art. 18 St. Lav. (Cassazione Sezione Lavoro n. 11868 del 9 giugno 2016, Pres. Macioce, Rel. Di Paolantonio).
(Lavoro/In flash)

Ai rapporti di lavoro disciplinati dal d.lgs. 30.3.2001 n. 165, art. 2 (pubblico impiego), non si applicano le modifiche apportate dalla legge 28.6.2012 n. 92 all'art. 18 della legge 20.5.1970 n. 300, per cui la tutela del dipendente pubblico in...
09/06/2016 | 4795 Visite

177. L'AFFERMAZIONE CHE I VENETI SONO "UBRIACONI ALCOLIZZATI" PER LA SUA GENERICITA' E RISPONDENZA A LUOGHI COMUNI NON COSTITUISCE DIFFAMAZIONE - In quanto non si riferisce a soggetti determinati (Cassazione Sezione Quarta Penale n. 24065 del 9 giugno 2016, Pres. Palla, Rel. Miccoli).
(Lavoro/In flash)

E' pacifico che, in tema di diffamazione, non solo una persona fisica ma anche una entità giuridica o di fatto, una fondazione, un'associazione o altro sodalizio, possa rivestire la qualifica di persona offesa dal reato, essendo concettua...
09/06/2016 | 4773 Visite

178. NON RIENTRANO NELLA GIURISDIZIONE DELLA CORTE DEI CONTI LE CONTROVERSIE SUL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO - Quale che sia la sua declinazione (Cassazione Sezioni Unite n. 11849 del 9 giugno 2016, Pres. Canzio e Rel. Curzio).
(Giudici avvocati e processi)

La Corte dei conti giudica sui "ricorsi in materia di pensione, a carico totale o parziale dello Stato" (art. 13 r.d. 1214/34). In questo ambito la sua giurisdizione ├Ę esclusiva e ricomprende tutte le controversie funzionali al...
09/06/2016 | 6534 Visite

179. NEL PUBBLICO IMPIEGO TUTTE LE FASI DEL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE DEVONO ESSERE SVOLTE ESCLUSIVAMENTE DALL'UFFICIO COMPETENTE - Senza interferenze decisionali (Cassazione Sezione Lavoro n. 11632 del 7 giugno 2016, Pres. Macioce, Rel. Torrice).
(Lavoro/In flash)

Deve ribadirsi il principio secondo il quale, in tema di rapporto di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni, ai sensi dell'art. 55 bis, quarto comma, del D.Lgs. 30 marzo 2001 n. 165, tutte le fasi del procedimento disciplinare d...
07/06/2016 | 4463 Visite

180. LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DEVE MOTIVARE ADEGUATAMENTE L'ESERCIZIO DELLA FACOLTA' DI RISOLUZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO - Controllo di legalità (Cassazione Sezione Lavoro n. 11595 del 6 giugno 2016, Pres. Macioce, Rel. Tricomi).
(Lavoro/In flash)

La facoltà attribuita dall'art. 72, comma 11, del decreto-legge n. 112 del 2008, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, alle pubbliche amministrazioni di risolvere il rapporto di lavoro con un preavviso di sei ...
06/06/2016 | 5176 Visite

  
Top

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca