Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Ricerca per filtri
Effettua la tua ricerca in base ai filtri che preferisci. Scegli la sezione, la categoria, l'anno di pubblicazione e filtra per una chiave a tua scelta. Se i risultati sono ancora troppi, potrai filtrare la ricerca per una ulteriore chiave.



Per utilizzare i motori di ricerca presenti su sito Ŕ necessario procedere alla registrazione.



ATTUALITA', OPINIONI E COMMENTI
DOCUMENTI
FAMIGLIA
GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI
INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE
LAVORO
Fatto e diritto, Il lavoro nel mondo, In flash
STUDI E CONVEGNI
 


Seleziona l'anno di pubblicazione

Filtra risultati per:

Risultati 141 - 150 di 5509
Ordina per
Mostra # risultati



141. IL LICENZIAMENTO PER SUPERAMENTO DEL COMPORTO DI MALATTIA PUO' ESSERE COMUNICATO DOPO LA RIPRESA DEL SERVIZIO - Effetti della prolungata inerzia datoriale (Cassazione Sezione Lavoro n. 17243 del 22 agosto 2016, Pres. Macioce, Rel. Blasutto).
(Lavoro/In flash)

Secondo la giurisprudenza di questa Corte, in tema di licenziamento per superamento del periodo di comporto per malattia del lavoratore, fermo restando il potere datoriale di recedere non appena terminato il periodo suddetto, e quindi anche prim...
22/08/2016 | 4724 Visite

142. IL LAVORATORE INCOLPATO CHE NE FACCIA RICHIESTA HA DIRITTO DI ESSERE SENTITO - Anche se ha presentato giustificazione scritta (Cassazione Sezione Lavoro n. 17166 del 18 agosto 2016, Pres. Di Cerbo, Rel. Amendola).
(Lavoro/In flash)

L'art. 7 della L. n. 300 del 1970 prescrive, come garanzia procedimentale in favore del lavoratore al quale il datore di lavoro intenda applicare una sanzione disciplinare, che quest'ultimo non possa adottare alcun provvedimento disciplinare non...
18/08/2016 | 4641 Visite

143. IL LAVORATORE INCOLPATO CHE NE FACCIA RICHIESTA HA DIRITTO DI ESSERE SENTITO - Anche se ha presentato giustificazione scritta (Cassazione Sezione Lavoro n. 17166 del 18 agosto 2016, Pres. Di Cerbo, Rel. Amendola).
(Lavoro/In flash)

L'art. 7 della L. n. 300 del 1970 prescrive, come garanzia procedimentale in favore del lavoratore al quale il datore di lavoro intenda applicare una sanzione disciplinare, che quest'ultimo non possa adottare alcun provvedimento disciplinare non...
18/08/2016 | 4436 Visite

144. PER L'ACCERTAMENTO DEL DANNO DA DEQUALIFICAZIONE I FATTI RILEVANTI DEVONO ESSERE VALUTATI ALLA STREGUA DI CANONI DI PROBABILITA' E REGOLE DI COMUNE ESPERIENZA - Corretta inferenza presuntiva (Cassazione Sezione Lavoro n. 17163 del 18 agosto 2016, Pres. Venuti, Rel. Negri Della Torre).
(Lavoro/In flash)

In materia di risarcimento del danno da dequalificazione professionale i giudici del merito devono attenersi ai principi affermati dalle Sezioni Unite della Suprema Corte con la  18/08/2016 | 4767 Visite

145. CONVERSIONE DEL RAPPORTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA - In via automatica (Cassazione Sezione Lavoro n. 17127 del 17 agosto 2016, Pres. Venuti, Rel. Lorito).
(Lavoro/In flash)

L'art. 69 comma primo d.lgs. n. 276/2003 si interpreta nel senso che, allorquando un rapporto di collaborazione coordinata e continuativa venga instaurato senza l'individuazione di uno specifico progetto, programma di lavoro o fase di esso, non ...
17/08/2016 | 4969 Visite

146. LE CERTIFICAZIONI MEDICHE PRODOTTE DAL LAVORATORE POSSONO ESSERE CONTESTATE IN BASE ALLE RISULTANZE DI UN'ATTIVITA' INVESTIGATIVA - Valorizzando circostanze di fatto incompatibili con la malattia (Cassazione Sezione Lavoro n. 17113 del 16 agosto 2016, Pres. Di Cerbo, Rel. Amendola).
(Lavoro/In flash)

Secondo la giurisprudenza di legittimità, le disposizioni della L. n. 300 del 1970, art. 5, non precludono che le risultanze delle certificazioni mediche prodotte dal lavoratore, e in genere degli accertamenti di carattere sanitario, poss...
16/08/2016 | 5347 Visite

147. INCOMBE ALL'AZIENDA L'ONERE DI PROVARE L'ABUSO DEL CELLULARE IN DOTAZIONE AL LAVORATORE - Identificando i destinatari delle telefonate (Cassazione Sezione Lavoro n. 17108 del 16 agosto 2016, Pres. Nobile, Rel. Manna).
(Lavoro/Fatto e diritto)

Vincenzo C. dipendente della B.I. Italia con mansioni di informatore medico-scientifico ├Ę stato sottoposto a procedimento disciplinare e licenziato con l'addebito di reiterato abuso del telefonino aziendale in dotazione per effettuare chi...
16/08/2016 | 6921 Visite

148. IN CASO DI IMPUGNAZIONE DEL LICENZIAMENTO CON IL RITO FORNERO PUO' CHIEDERSI IN VIA SUBORDINATA IL PAGAMENTO DELLE SPETTANZE DI FINE RAPPORTO - Giusto processo (Cassazione Sezione Lavoro n. 17091 del 12 agosto 2016, Pres. Di Cerbo, Rel. Esposito).
(Giudici avvocati e processi)

Salvatore S. dipendente della Mecfond spa ha impugnato con rito Fornero, innanzi al Tribunale di Napoli il licenziamento comunicatogli l'11 ottobre 2012, chiedendo in via principale la reintegrazione nel posto di lavoro e in via subordinata la ...
12/08/2016 | 8302 Visite

149. IN CASO DI RIDUZIONE DEL PERSONALE, LA COMUNICAZIONE DI AVVIO DELLA PROCEDURA NON DEVE CONTENERE L'INDICAZIONE DEI CRITERI PER LA SCELTA DEGLI ESUBERI - Da stabilirsi con accordo (Cassazione Sezione Lavoro n. 17061 dell'11 agosto 2016, Pres. Di Cerbo, Rel. Amendola).
(Lavoro/In flash)

In materia di licenziamento per riduzione di personale, la lettera di avvio della procedura non deve contenere l'indicazione dei criteri in base ai quali il datore di lavoro procederà all'individuazione dei lavoratori da licenziare, attes...
11/08/2016 | 5167 Visite

150. LA TUTELA DEL DIPENDENTE PUBBLICO IN CASO DI LICENZIAMENTO ILLEGITTIMO RESTA QUELLA PREVISTA DALL'ART. 18 ST. LAV. - Non si applica la legge n. 92 del 2012 (Cassazione Sezione Lavoro n. 16903 del 10 agosto 2016, Pres. Macioce, Rel. Di Paolantonio).
(Lavoro/In flash)

Il licenziamento, in quanto atto unilaterale recettizio, produce effetti dal momento in cui l'atto scritto giunge a conoscenza del destinatario e la comunicazione, a forma libera, pu├▓ essere dimostrata in giudizio dal datore di lavoro, av...
10/08/2016 | 4690 Visite

  
Top

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca