Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Ricerca per filtri
Effettua la tua ricerca in base ai filtri che preferisci. Scegli la sezione, la categoria, l'anno di pubblicazione e filtra per una chiave a tua scelta. Se i risultati sono ancora troppi, potrai filtrare la ricerca per una ulteriore chiave.



Per utilizzare i motori di ricerca presenti su sito Ť necessario procedere alla registrazione.



ATTUALITA', OPINIONI E COMMENTI
DOCUMENTI
FAMIGLIA
GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI
INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE
LAVORO
Fatto e diritto, Il lavoro nel mondo, In flash
STUDI E CONVEGNI
 


Seleziona l'anno di pubblicazione

Filtra risultati per:

Risultati 11 - 20 di 5433
Ordina per
Mostra # risultati



11. LA VALUTAZIONE DATORIALE SULL'ESITO DELLA PROVA E' AMPIAMENTE DISCREZIONALE - Ma il licenziamento è nullo in caso di motivo illecito (Cassazione Sezione Lavoro n. 1180 del 18 gennaio 2017, Pres. Nobile, Rel. Ghinoy).
(Lavoro/In flash)

Nella fase genetica  del rapporto di lavoro le parti possono apporre una clausola di prova disciplinata dall'art. 2096 del cod. civ., dove l'interesse prevalente è la sperimentazione e la   valutazione  da parte del da...
18/01/2017 | 160 Visite

12. LA RIDUZIONE DI PERSONALE DEVE INVESTIRE L'INTERO COMPLESSO AZIENDALE - Tranne che in caso di autonomia e specificità delle professionalità utilizzate (Cassazione Sezione Lavoro n. 24647 del 21 dicembre 2016, Pres. Napoletano, Rel. Spena).
(Lavoro/In flash)

La riduzione di personale deve, in linea generale, investire l'intero complesso aziendale, potendo essere limitata a specifici rami aziendali soltanto se caratterizzati da autonomia e specificità delle professionalità utilizzate, i...
21/12/2016 | 24 Visite

13. CONTROVERSIE IN MATERIA DI PROCEDURE CONCORSUALI - Devoluta alla giurisdizione del giudice amministrativo (Cassazione Sezione Lavoro n. 25972 del 16 dicembre 2016, Pres. Amoroso, Rel. Petitti).
(Lavoro/In flash)

L'art. 63, comma 1, del d.lgs. n. 165 del 2001 devolve al giudice ordinario, in funzione di giudice del lavoro, ¬ętutte¬Ľ le controversie relative ai rapporti di lavoro alle dipendenze della pubblica amministrazione, "incluse le ...
16/12/2016 | 17 Visite

14. IL DIVIETO DI TRASFERIMENTO DEL LAVORATORE CHE ASSISTA UN FAMILIARE DISABILE DEVE ESSERE INTERPRETATO IN TERMINI COSTITUZIONALMENTE ORIENTATI - Anche in caso di disabilità non grave (Cassazione Sezione Lavoro n. 25379 del 12 dicembre 2016, Pres. Nobile, Rel. Bronzini).
(Lavoro/In flash)

La disposizione dell'art. 33, comma 5, della legge n. 104 del 1992, laddove vieta di trasferire, senza consenso, il lavoratore che assiste con continuità un familiare disabile convivente, deve essere interpretata in termini costituzionalm...
12/12/2016 | 17 Visite

15. I CRITERI DI SCELTA PER IL LICENZIAMENTO DEVONO CONFORMARSI AI PRINCIPI DI CORRETTEZZA E BUONA FEDE - Razionalità e graduazione (Cassazione Sezione Lavoro n. 25192 del 7 dicembre 2016, Pres. Napoletano, Rel. Blasutto).
(Lavoro/In flash)

In caso di licenziamento collettivo, quando il giustificato motivo oggettivo si identifica nella generica esigenza di riduzione di personale omogeneo e fungibile, non sono utilizzabili né il normale criterio della posizione lavorativa da ...
07/12/2016 | 29 Visite

16. IL LAVORATORE PUO' PRODURRE IN GIUDIZIO COPIA DI ATTI ASSUMENDOLI DALLA CONTROPARTE - Diritto di difesa (Cassazione Sezione Sesta Civile n. 24106 del 28 novembre 2016).
(Lavoro/In flash)

Il lavoratore che produca in una controversia di lavoro copia di atti aziendali riguardanti direttamente la propria posizione lavorativa non viene meno ai doveri di fedeltà di cui all'art. 2105 cod. civ., anche ove i documenti prodotti no...
28/11/2016 | 425 Visite

17. COESISTENZA DI DIRIGENTI DI DIVERSO LIVELLO - Nell'organizzazione complessa (Cassazione Sezione Lavoro n. 23738 del 22 novembre 2016, Pres. Bronzini, Rel. Spena).
(Lavoro/In flash)

Negli assetti organizzativi delle imprese, se di rilevanti dimensioni, ben possono coesistere dirigenti di diverso livello (29/02/2016, n. 3981 Cass. n. 12860 del 1988, n. 14885 del 2000, n. 6393 del 1998, n. 8842 del 1987). La previsione di una...
22/11/2016 | 143 Visite

18. L'ACCERTAMENTO DELL'INSUBORDINAZIONE E' RISERVATO AL GIUDICE DI MERITO - Rifiuto di ottemperare all'ordine legittimo (Cassazione Sezione Lavoro n. 23656 del 21 novembre 2016, Pres. Nobile, Rel. Esposito).
(Lavoro/In flash)

La Corte di cassazione non è mai giudice del fatto in senso sostanziale ed esercita un controllo sulla legalità e logicità della decisione che non consente di riesaminare e di valutare autonomamente il merito della causa. Ne...
21/11/2016 | 285 Visite

19. L'USO AZIENDALE HA L'EFFICACIA DI UNA FONTE SOCIALE - Come il contratto collettivo (Cassazione Sezione Lavoro n. 23351 del 16 novembre 2016, Pres. Amoroso, Rel. Spena).
(Lavoro/In flash)

L'uso aziendale appartiene al novero delle cosiddette fonti sociali - (tra le quali vanno considerati sia i contratti collettivi sia il regolamento d'azienda) - definite tali perché, pur non costituendo espressione di funzione pubblica ne...
16/11/2016 | 417 Visite

20. LA LEGITTIMITA' DEL LICENZIAMENTO COLLETTIVO E' GARANTITA DALLA CORRETTEZZA DELL'ITER PROCEDIMENTALE - Razionalità dei criteri (Cassazione Sezione Lavoro n. 23100 dell'11 novembre 2016, Pres. Napoletano, Rel. Patti).
(Lavoro/In flash)

In materia di riduzione del personale la giurisprudenza della Suprema Corte ha ripetutamente affermato che la determinazione negoziale dei criteri di scelta dei lavoratori da licenziare, che si traduca in un accordo sindacale concluso dai lavora...
11/11/2016 | 726 Visite

  
Top

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca